«Il dizionario di Brugnaro» Idea del gruppo 25 Aprile

«Esercizio abusivo della professione? L’esercizio della professione giornalistica in modo non confacente o consono ai desideri del sindaco. Che in quanto tale si riserva di denunciarla». È una delle...

«Esercizio abusivo della professione? L’esercizio della professione giornalistica in modo non confacente o consono ai desideri del sindaco. Che in quanto tale si riserva di denunciarla». È una delle voci del «Dizionario Novissimo della lingua itagliana così come viene ancuo parlata dal sindaco Brugnaro». Idea del Gruppo 25 aprile, «Piattaforma civica e apartitica per Venezia e la sua laguna», che ha messo in rete una versione riveduta e corretta del Dizionario di Nicolò Tommaseo. Ci sono le espressioni usate nelle ultime interviste dal sindaco che tante polemiche hanno sollevato. Così alla voce «Fora i schei»: «equivalente locale di “O la borsa o la vita”, in disuso dai tempi di Faccia d’Angelo, riesumata per zittire Elton John». E i giornali: «Quegli inutili orpelli di carta a cui non dovremmo mai credere (vedi tweet a Celentano)». Intellettuali da strapazzo: «Quelli che dicono ciò che dicono tutti in città ma lo dicono in lingua inglese e il sindaco reagisce accusandoli di denigrare Venezia». E infine, sfigati: «Tuti quei che beve un goto ma no ga votà el partito fucsia». «Pagina in costruzione», dice il portavoce di 25 aprile Marco Gasparinetti, «la aggiorneremo di continuo».(a.v.)

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi