Zaccariotto, ispezione nell’isola

Il presidente Carella: «Pista ciclabile e rete fognaria da completare»

PELLESTRINA. «Sono molti i problemi da affrontare, con situazioni che, in certi casi, si trascinano da 5-10 anni senza soluzioni utili per i residenti». Queste le parole del presidente della Municipalità, Danny Carella, al termine del sopralluogo concluso ieri a Pellestrina con l’assessore ai Lavori pubblici Francesca Zaccariotto e il consigliere comunale delegato per le isole, Alessandro Scarpa Marta. Zaccariotto è stata accompagnata nei luoghi che maggiormente soffrono di ritardi legati al completamento o all’avvio di cantieri, in primo luogo la tanto attesa pista ciclabile e i lotti non ancora completati per mancanza di fondi e riferiti alla rete fognaria dell’isola e alle pompe idrovore in caso di allagamenti per piogge o acqua alta. «La cura del verde pubblico e dell’arredo urbano sono due note molto dolenti», ha aggiunto Carella. «L’assessore lo ha potuto vedere con i suoi occhi. Molte zone dell’isola sono in condizioni disastrose e bisogna metterci mano, anche attraverso questi lavori e migliorie si può pensare di rilanciare Pellestrina anche sotto il profilo del turismo». In pessime condizioni è stato trovato il fronte d murazzi, con tratti da disboscare, dove è quasi impossibile avventurarsi lungo il camminamento. Mancano poi le pensiline ad alcune fermate dell’autobus di linea 11, un aspetto non di poco conto visto che i passeggeri sono costretti a sostare nell’attesa sul ciglio della strada. E poi si è ridiscusso del famoso Piano degli arenili che da anni non viene applicato in via definitiva, togliendo all’isola la possibilità di contare su stabilimenti balneari privati. Simone Bianchi

Video del giorno

Italian Tech Week 2021, l'intervento di Elon Musk: dialogo con John Elkann e Maurizio Molinari

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi