In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Rete gas maxi appalto milionario

MEOLO. C’è Treviso che fa da capofila, ci sono 27 Comuni della Marca trevigiana, ma anche due realtà del Sandonatese: Meolo e Fossalta di Piave. Sono i Comuni che si sono messi insieme per avviare il...

1 minuto di lettura

MEOLO. C’è Treviso che fa da capofila, ci sono 27 Comuni della Marca trevigiana, ma anche due realtà del Sandonatese: Meolo e Fossalta di Piave. Sono i Comuni che si sono messi insieme per avviare il nuovo appalto unico per la concessione della rete del gas del bacino “Treviso 1” per il periodo che va dal 2016 al 2027-2028. Una partita che vale centinaia di milioni di euro, se si considera che il prezzo base è di 20 milioni l’anno. Il varo del bando è stato presentato dal sindaco di Treviso, Giovanni Manildo, in quanto al capoluogo della Marca è stato affidato il ruolo di stazione unica appaltante per tutto il territorio interessato che va dal Montebellunese fino a Meolo e Fossalta.

«Questa scelta è un’operazione di fatto obbligata che viene imposta dall’Unione Europea che prevede che questi appalti debbano andare in gara», spiega il consigliere comunale meolese Michele Stefani, delegato a seguire i rapporti sovracomunali. I vari Comuni hanno già approvato il progetto con una delibera di giunta uguale per tutti. Manildo ha sottolineato il risparmio che produrrà quest’operazione. Sin d’ora l’aggregazione ha consentito risparmi di scala e dunque di alzare ulteriormente gli standard chiesti nel bando alle società: rapporto costi/benefici, tariffe, livelli di sicurezza, piani di investimento. Attualmente la rete nella Destra Piave è gestita da Asco. (g.mon.)

I commenti dei lettori