In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Anziana trovata morta in casa da due settimane

Caselle. Amalia Tomasin aveva 84 anni e viveva da sola nella piazza del paese Nessun segno di violenza, l’abitazione era in ordine. I funerali domani alle 10

1 minuto di lettura

CASELLE. Dramma della solitudine in centro a Caselle, trovata in casa morta da due settimane un’anziana di 84 anni, Amalia Tomasin, che viveva sola nel suo appartamento di piazza Aldo Moro, al terzo piano. Mercoledì sera i vicini, che non la vedevano più da giorni entrare e uscire di casa, hanno deciso di chiedere l’intervento dei vigili del fuoco, dopo aver avvertito un cattivo odore provenire dall’appartamento al civico 1 della piazza. È così intervenuta, in serata, poco prima delle 20, una squadra del distaccamento volontari di Mirano, che è salita al piano con la scala in dotazione, rompendo il vetro della veranda ed entrando nell’appartamento. L’alloggio, ben tenuto e in ordine, nascondeva in realtà la tragedia. Amalia Tomasin era distesa a letto, nella sua camera, senza vita. Il suo corpo, in condizioni per nulla buone, ha subito fatto pensare che il decesso risalisse ad almeno dieci giorni prima, forse due settimane. Di certo Amalia Tomasin è spirata di morte naturale, in solitudine, senza che nessuno potesse dare l’allarme.

Sono intervenuti anche i carabinieri di Mirano, ma sul fatto che si tratti di morte naturale non vi è alcun dubbio: la casa perfettamente in ordine e i primi riscontri sul corpo dell’anziana hanno subito escluso cause diverse anche al medico legale. La donna potrebbe dunque essere morta nel sonno o essersi lasciata andare, non prima però di aver pagato, pare, i suoi funerali. In paese Amalia Tomasin viene descritta come una persona riservata, ma dai modi garbati. La salma è stata trasferita all’obitorio di Mirano, domani alle 10 i funerali nella chiesa parrocchiale di Caselle.

Filippo De Gaspari

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori