L'acqua alta diventa un business per turisti: ecco la Via

Un team di imprenditori ha dato vita a un originale souvenir veneziano: una bolla in vetro di Murano riempita di acqua della Laguna

VENEZIA. Un business semplice ma "fortunato": è quello di "Via", l'idea di alcuni imprenditori veneziani che hanno pensato bene di inserire l'acqua alta di Venezia in una bolla di vetro di Murano soffiato a bocca. E di vendere il tutto ai turisti. Il team che ha dato vita al progetto è formato da Nicola De Bello, Fabrizio Bortolotti, Serena Vian, Silvia Sorrentino e Ornella Rigato.

"Ha la fragilità di Venezia, l'etereità di Venezia, la follia di Venezia, le contraddizione e i contrasti di Venezia, la quotidianità e l'eccezionalità di Venezia", spiegano nel progetto.

In pratica "Via" (che sta per Venice in aqua) è una bolla di vetro soffiata a bocca dai migliori maestri vetrai di Murano in cui è stata inserita l’acqua alta di Venezia. Il "certificato" che avvompagna l'oggetto assicura che l'acqua è stata raccolta durante uno degli eventi di acqua alta che si verificano ogni anno in piazza San Marco.  Ogni bolla viene soffiata singolarmente e quindi ha una forma diversa.

Video del giorno

Tutto calcolato, tra il superyacht e il ponte ci sono solo 12 centimetri

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi