Furti nelle abitazioni, sgominata banda di albanesi

Computer e cellulari sequestrati dalla Squadra Mobile

Tre ladri fermati giovedì sera dalla polizia a Mestre: avevano appena colpito in un appartamento di studenti. In casa trovati pc e cellulari rubati, oltre ad attrezzi da scasso

MESTRE. La polizia di Venezia sgomina una banda di albanesi dedita ai furti nelle abitazioni. Il blitz è scattato nella tarda serata del giovedì. In manette sono finiti Miraldo Hoxhaj, 25 anni, Sander Pacani, 35 anni, Mateo Bregu, 26 anni, tutti incensurati e irregolari in Italia.

La Squadra Mobile della Questura aveva tenuto sotto controllo gli strani movimenti dei tre cittadini albanesi, soliti uscire nella tarda serata, a piedi o in bici, per fare rientro nelle prime ore del mattino. I servizi di osservazione hanno consentito di verificare che giovedì, Pacani e Hoxhaj  rientravano con un computer, verosimilmente rubato poco prima. I successivi accertamenti hanno consentito di verificare che i due, poco prima, erano entrati in un’abitazione utilizzata da studenti di Mestre.  

La successiva perquisizione eseguita nella casa dove i tre abitavano, di proprietà di un connazionale albanese, ha consentito ai poliziotti di rinvenire computer e telefoni cellulari, provento di furto, nonché di arnesi da scasso.
I tre sono stati sottoposti a fermo per furto e ricettazione e sono già stati messi a disposizione dell’autorità giudiziaria di Venezia.

Video del giorno

Napoli, l'operatore ecologico sparge i rifiuti per strada: le immagini dalle telecamere di sicurezza

Granola fatta in casa

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi