Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

«Via auto blu, no a posti garantiti»

Il candidato Scano: trasparenza su tutto, nessun conflitto d’interesse

«Noi siamo alieni della politica e la nostra sarà un’amministrazione altra». Davide Scano, candidato sindaco del Movimento 5 Stelle ieri pomeriggio ha presentato la sintesi del suo del programma, che punta su trasparenza e amministrazione amica. «Noi siamo persone normali prestate alla politica», ha esordito. Un programma semplice e concreto. Le parole chiave sono: semplificazione amministrativa e semplificazione dei regolamenti comunali, momenti di formazione, dialogo con la cittadinanza. V ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

«Noi siamo alieni della politica e la nostra sarà un’amministrazione altra». Davide Scano, candidato sindaco del Movimento 5 Stelle ieri pomeriggio ha presentato la sintesi del suo del programma, che punta su trasparenza e amministrazione amica. «Noi siamo persone normali prestate alla politica», ha esordito. Un programma semplice e concreto. Le parole chiave sono: semplificazione amministrativa e semplificazione dei regolamenti comunali, momenti di formazione, dialogo con la cittadinanza. Via auto blu, rottamazione dei mezzi acquei, nessun posto d’oro gratuito a piazzale Roma in autorimessa comunale, i posti comunali saranno utilizzati per i cittadini mediante un bando, si dovrà poi capire cosa fare degli altri 150 in uso agli enti. «Il sindaco», spiega Scano, «starà tre giorni a Venezia e tre a Mestre e per davvero, non sarà una barzelletta com’era con Orsoni». Programma on line e curriculum pure, come prevede la carta di Pisa. «La trasparenza per noi è importantissima, non sarà un orpello da agitare come una bandierina, vogliamo che tutti sappiano chi votano e se qualcuno ha dei conflitti di interesse, in modo che siano dichiarati».

Il candidato grillino attacca «l’opacità delle municipalizzate del comune veneziano». Aggiunge: «Non partecipiamo alle comunali e basta, noi partecipiamo per arrivare al ballottaggio e per vincere al secondo turno». Candidato maschio mestrino, capolista donna veneziana. La lista degli aspiranti consiglieri è stata redatta secondo l’anzianità all’iscrizione al meetup, ossia la piattaforma web utilizzata dal Movimento Cinque stelle per discutere progetti e strategie. (m.a.)