Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Casson: «Sportello per i malati da amianto e centri di informazione in ogni comune»

«È necessario istituire al più presto in ogni Comune del territorio nazionale uno sportello unico per fornire il servizio di consulenza gratuita per il riconoscimento dei diritti, delle prestazioni...

«È necessario istituire al più presto in ogni Comune del territorio nazionale uno sportello unico per fornire il servizio di consulenza gratuita per il riconoscimento dei diritti, delle prestazioni previdenziali e per il riconoscimento delle malattie professionali da esposizione all'amianto e altre patologie cancerogene come quelle da ammine aromatiche. Uno sportello che riunisca Inps, Inail, le Asl territorialmente competenti e i Comuni al fine di rispondere al meglio e più prontamente ai c ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

«È necessario istituire al più presto in ogni Comune del territorio nazionale uno sportello unico per fornire il servizio di consulenza gratuita per il riconoscimento dei diritti, delle prestazioni previdenziali e per il riconoscimento delle malattie professionali da esposizione all'amianto e altre patologie cancerogene come quelle da ammine aromatiche. Uno sportello che riunisca Inps, Inail, le Asl territorialmente competenti e i Comuni al fine di rispondere al meglio e più prontamente ai cittadini».

È la proposta lanciata dal senatore Felice Casson, vicepresidente della commissione Giustizia e candidato sindaco a Venezia, nel corso di un convegno svoltosi al Senato in occasione della X giornata mondiale delle vittime dell'amianto al quale hanno partecipato i rappresentanti di tutte le principali associazioni italiane, giuristi, tecnici, medici, sindacalisti, parlamentari e consiglieri regionali. «Si tratta di uno strumento», ha spiegato Casson, «che consentirebbe di snellire di molto i tempi delle pratiche e soprattutto eviterebbe ai cittadini inutili passaggi da un ufficio all'altro. E' una soluzione abbastanza semplice da realizzare con un coordinamento tra i diversi enti e istituzioni e mi riprometto di poterlo applicare al più presto sul territorio veneziano».

«Nel corso del convegno», ha aggiunto Casson, «è stato inoltre sollecitata l'approvazione del ddl sulle vittime dell'amianto che giace in Senato, oltre all'introduzione nel nostro ordinamento di norme penali e processuali più stringenti, come l'allungamento dei termini di prescrizione, così come previsto da vari testi all'esame della commissione Giustizia».

Casson rientrerà oggi a Venezia, per concludere il lavoro di messa a punto della sua lista civica che lo appoggerà nella corsa a sindaco insieme alle liste collegate del Pd, del Psi, dei Riformisti, di Venezia 2020 con Sel, Verdi e civica In Comune, i centristi di di Democrazia solidale di dellai e Michele Scibelli, la Sinistra di Bonzio e Italia dei Valori.