I profughi a Marghera: «La barca affondava, vivi per miracolo»

Le profughe ospiti dell'albergo Autostrada a Marghera (foto Artico)

Gli ospiti eritrei rievocano il traumatico viaggio dalla Libia e confidano: «Essere qui è come nascere una seconda volta»

Polpette di zucca, riso e semi misti

Casa di Vita