Genitori single, raduno nazionale a Venezia

Social network nato in estate, già seimila iscritti: ritrovo a Marghera, poi la gita a San Marco

Tutto è nato questa estate, in Puglia, quando Giuditta Pasotto, 34 anni, giovane mamma fiorentina separata è in vacanza con i suoi due figli piccoli. Uno vuole salire sul dondolo, l’altro vuole andare sullo scivolo. Come gestire la situazione? Giuditta chiede aiuto a un’altra mamma “single” e la collaborazione diventa amicizia. Poi, succede tutto in fretta: la Pasotto inventa un social network per famiglie monoparentali che si chiama Gengle (genitori single).

In pochi mesi il social raccoglie 6mila iscrizioni e ha 15mila contatti mensili. Un successo ed è solo l’inizio. Si arriva infatti ai giorni nostri e Venezia diventa protagonista. Domani e dopodomani, infatti, il gruppo di gengle, un centinaio di persone provenienti da tutta Italia (tra cui una decina da Venezia) si ritrova nella nostra città per una festa fatta di cacce al tesoro, gare di selfie e giochi per i bambini, grazie anche alla collaborazione con la start up del Vega kid-pass.

Genitori single e bambini alloggeranno al camping Jolly di Marghera, dove domani avranno modo di conoscersi e di cenare assieme. Domenica, invece, gita in centro storico, zona piazza San Marco, per i giochi e l’intrattenimento dei bimbi. È il primo raduno nazionale promosso dal social Gengle (http://www.gengle.it) e la scelta di Venezia non è casuale: «Volevamo dare la possibilità a chiunque di visitare questa città magica, un posto che incanta tutti, soprattutto i bambini», spiega Giuditta. «E puntando sui grandi numeri abbiamo ottenuto tariffe scontate».

Nel pieno spirito di condivisione di Gengle, i partecipanti hanno deciso di mettere insieme le risorse, organizzative ed economiche. I toscani, per esempio, hanno noleggiato un pullman. C’è poi chi ha pensato di condividere le spese per l’auto e chi invece ha scelto gli sconti comitiva sui treni. Per il tour veneziano domenica 1 marzo l’intera comitiva si dividerà in gruppi (in base all’età e alle esigenze dei bambini) che si sfideranno a colpi di selfie.

Gengle ha come scopo principale quello di combattere l’isolamento delle famiglie monoparentali e creare una rete di solidarietà reciproca. Ma si propone anche di contribuire direttamente all’economia di mamme e papà single. Ospita uno spazio per lo scambio dell’usato e una sezione vetrina per la ricerca del lavoro. E soprattutto sta sviluppando un sistema di agevolazioni (sconti e tariffe agevolate) per i suoi iscritti: «Noi genitori soli», conclude Pasotto, «vogliamo essere riconosciuti e tutelati come categoria». (g.cod.)

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Giro d'Italia 2022 a Treviso. Ecco dove arriverà lo sprint e il toto tappa

Insalata tiepida di cous cous con ceci neri, cipollotti e tonno

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi