Anche la Orved di Musile vola nello spazio

Samantha Cristoforetti e gli altri astronauti usano una confezionatrice sottovuoto progettata dall’azienda

MUSILE. Pensione completa nello spazio, da Musile direttamente nella navetta Soyuz. Gli astronauti della missione “Futura”, tra i quali Samantha Cristoforetti, prima donna nello spazio, mangiano grazie alla ditta Orved. La ditta di Musile ha sviluppato il nuovo progetto “Orved Space” e messo a punto una particolare confezionatrice sottovuoto “Orved Argovac”  destinata al confezionamento di alimenti destinati alla missione nello spazio “Futura Mission”.

Le confezioni hanno una speciale valvola nella quale introdurre acqua fredda o calda a seconda delle pietanze prima di consumarle. La progettazione di Orved Space è stata curata dai tecnici Orved e la confezionatrice Orved ArgoVac, con Orved SV Thermo ed Orved SV 31, sono state  messe a disposizione della Società Argotec , denominata dall’Agenzia spaziale Europea (Esa)  responsabile per lo sviluppo dell’alimentazione degli astronauti europei sulla stazione spaziale internazionale (Iss). Argotec agisce a nome di Esa come interfaccia per la National Aeronautics and Space ( NASA).

«Gli alimenti per lo spazio», dice Sileo Vendraminetto, della Orved, «sono confezionati sottovuoto con le in nostre attrezzature. La collaborazione tra Orved e Argotec dura da oltre un anno e  si è sviluppata anche  grazie allo  chef Orved Rosario Cananzi e  lo chef Argotec Stefano Polato che hanno favorito l’incontro tra la direzione delle due aziende per lo sviluppo del progetto Orved Space».

Orved è sorta nel 1984 specializzata nella ideazione e creazione di macchine confezionatrici e di materiali per il confezionamento e la cottura sottovuoto. Oggi è presente  con i propri prodotti, totalmente “Made in Italy” , in 121 paesi nel mondo tramite 1248 distributori , importatori e filiali dirette.

Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi