In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Da Lio si dimette dal Consiglio

Spinea. Il capogruppo del Pd ed ex assessore lascia a tre mesi dalle elezioni

1 minuto di lettura

SPINEA. Cambia già dopo pochi mesi il Consiglio comunale di Spinea e cambia proprio nella maggioranza di governo. Tegola nel Pd del sindaco Silvano Checchin: se ne va il capogruppo Riccardo Da Lio, ex assessore all’Urbanistica della passata giunta e ora veterano della nuova maggioranza eletta la scorsa primavera e composta in prevalenza da giovani. Da Lio ha rassegnato le sue dimissioni da capogruppo e consigliere all’improvviso, con una stringata lettera indirizzata al presidente del Consiglio comunale Luca D’Atri, in cui motiva la scelta con motivi personali. «Famigliari e di lavoro», precisa poi a voce Da Lio, che però preferisce non andare oltre. Nei mesi scorsi si era fatto gran parlare a Spinea di un certo malessere all’interno della nuova maggioranza, dettato da alcune scelte relative alla formazione della seconda giunta Checchin e alla distribuzione delle deleghe. Da Lio esclude però qualsiasi problema di ordine politico, anche se non ha ancora comunicato se proseguirà o meno la sua attività all’interno del Pd spinetense, di cui in passato è stato anche segretario.

Rimane il fatto delle dimissioni, che non sembrano essere senza conseguenze per la maggioranza: anche perché Da Lio era stato nominato capogruppo con un incarico non proprio a breve termine, per fare da guida ai molti giovani eletti nel parlamentino locale tra le fila del centrosinistra. Un doppio ruolo dunque, quello di capogruppo e di “tutor”, che ora la maggioranza dovrà riconsiderare.

L’unico dato certo per ora è la surroga di Da Lio: primo dei non eletti e dunque destinato a prendere il suo posto è Mario Zorzetto Penzo, consigliere anche nella passata legislatura, che si è già detto disponibile a entrare in gioco, ad appena tre mesi dall’insediamento del Consiglio comunale.

Filippo De Gaspari

I commenti dei lettori