In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Tangenti Mose, Fiorello canta “la triste storia di Venezia”

La parodia dello showman sta spopolando sul web. Sulle note di “Ci vuole un fiore” di Sergio Endrigo

1 minuto di lettura

VENEZIA. “Per fare il Mose, ci sono gli appalti...” e così via, sulle note di “Ci vuole un fiore”, la celebre filastrocca di Sergio Endrigo. A cantarla, però, stavolta sono Fiorello e i suoi amici dell’edicola del mattino. Una parodia della nuova tangentopoli veneziana che sta già spopolando sul web. Titolo della canzoncina: “La triste storia di Venezia”.

I commenti dei lettori