Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Galazzo: «Più differenziata e fotovoltaico»

Il candidato della lista “L’Altra Cona” punta all’ambiente per abbassare la tassa sui rifiuti

CONA. «Quel che manca a questo comune sono le risorse economiche e noi abbiamo qualche idea su come trovarne di nuove». Michele Galazzo ha solo 28 anni ed è il candidato sindaco della lista «L'Altra Cona» che, già per assonanza, ricorda la sinistra europea, lui stesso è iscritto a Sel ma, precisa «questa non è la lista di Sel, i candidati rappresentano se stessi, non i partiti».

E nel panorama conense dove tutte le liste sono civiche e le ascendenze partitiche passano in secondo piano, è sul ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CONA. «Quel che manca a questo comune sono le risorse economiche e noi abbiamo qualche idea su come trovarne di nuove». Michele Galazzo ha solo 28 anni ed è il candidato sindaco della lista «L'Altra Cona» che, già per assonanza, ricorda la sinistra europea, lui stesso è iscritto a Sel ma, precisa «questa non è la lista di Sel, i candidati rappresentano se stessi, non i partiti».

E nel panorama conense dove tutte le liste sono civiche e le ascendenze partitiche passano in secondo piano, è sul programma che ci si dovrebbe differenziare. «Abbiamo scelto di puntare su due temi “ecologici”», aggiunge Galazzo, «il perfezionamento della differenziata e il fotovoltaico pubblico. A Cona abbiamo ottimi livelli di differenziata, si potrebbe, quindi, puntare a una raccolta “pulita”, ovvero senza residui di diversa natura. In tal modo, ad esempio, plastica e lattine potrebbero essere vendute per il riciclo a prezzi più alti. Il nostro consorzio, Padova 3, ha già avviato esperienze di questo tipo, con isole ecologiche tecnologicamente avanzate che riconoscono il prodotto conferito e lo impacchettano automaticamente. I cittadini potranno ottenere uno sconto sulla tassa rifiuti o dei buoni da spendere in ambito comunale, creando un circolo virtuoso per l'economia. Col fotovoltaico, e le lampadine a led negli edifici pubblici si avrebbero altri risparmi da reinvestire, ad esempio, nella gratuità del trasporto per le visite mediche».

Sogni? «Vale la pena di provare», ribatte il candidato, «pensiamo anche alla valorizzazione dei prodotti tipici (siamo un territorio a vocazione agricola) con mercati dei produttori che accorcino la filiera, all'agriturismo e alle piste ciclabili da sviluppare. A questo comune serve il “nuovo”, sia nelle persone che nei progetti da attuare».

Diego Degan