In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Incendio all’Excelsior del Lido, area cupola messa sotto sequestro

Nuova ispezione dei vigili del fuoco questa mattina dei tecnici per capire l'origine dell'incendio. Danni ingenti

di Vera Mantengoli
1 minuto di lettura

LIDO DI VENEZIA. Le fiamme hanno danneggiato una piccola porzione del tetto dell'hotel Excelsior, in un'area chiusa per lavori di realizzazione di una suite da sogno, ma l'alta colonna di fumo vista a chilometri di distanza per alcune ore ha riportato l'incubo del grande incendio a Venezia.

Nella memoria c'è ancora il dramma del rogo della Fenice, del 29 gennaio 1996, ma in tanti hanno ricordato, viste anche le modalità, le lingue di fuoco che il 15 aprile di 11 anni fa avevano distrutto parte del Molino Stucky, all'isola della Giudecca. Allora come oggi, nei due immobili simbolo di Venezia erano in corso dei lavori. Nel 2003 allo Stucky andò a fuoco la torre con la copertura in rame, poco prima di mezzogiorno di ieril e fiamme hanno interessato la grande cupola dell'Excelsior, rivestita in rame, che domina la torre dell'albergo meta nei decenni di personalità dell'alta società finanziaria, del cinema e della cultura.

Secondo una prima ricostruzione dei vigili del fuoco, l'incendio è divampato in una zona nella quale erano in fase di attuazione lavori per la stesura di una guaina. La cupola nella parte sottostante aveva dei tavolati di compensato e legno pressato che sono stati subito intaccati dalle fiamme. Immediato è scattato l'allarme e sul posto sono arrivate alcune squadre di pompieri che, con l'utilizzo di due autopompe, hanno lavorato per circa cinque ore prima di spegnere il rogo e mettere in totale sicurezza l'area. Meticolosi i controlli per evitare la possibile presenza sotto le ceneri di altri focolai. L'albergo non ha ancora riaperto per la stagione estiva e l'incendio non ha causato problemi all'agibilità dell'immobile. 

Questa mattina i tecnici dei vigili del fuoco sono tornati sul luogo dell'incendio per cercare di scoprire le cause del rogo. Intanto tutta la zona della cupola è stata messa sotto sequestro.

L'hotel Excelsior, assieme ad un altro immobile di grande pregio come il Des Bains - l'albergo di "Morte a Venezia" di Thomas Mann - è di un fondo immobiliare gestito da una società finanziaria, la EstCapital Sgr, ed è al centro di una gara a cui sono interessati alcuni gruppi internazionali. I progetti milionari sul tappeto vertono tutti attorno a piani di riqualificazione dell'area ricettiva del Lido.

In serata, EstCapital Sgr - in una nota, in risposta anche a dichiarazioni del capogruppo della Federazione della Sinistra in Comune, Sebastiano Bonzio, in cui rilevava tra l'altro che la vicenda dell'incendio puzza «e non solo di bruciato» - ha spiegato che il rogo «si è sviluppato nell'area di cantiere della Cupola dell'Hotel, dove sono in corso da tempo alcuni lavori di ristrutturazione da parte di un'impresa incaricata dal gestore dell'albergo», cioè da una società diversa.

 

I commenti dei lettori