«La pista ciclabile in via Ca’ Pirami va costruita subito»

JESOLO. Rischia di essere investito da un'auto, paura per Rodolfo Murador, nuovamente "accarezzato" sulla sua bicicletta dallo specchietto di un'auto in sorpasso in via Ca' Pirami. Esplode ora la...

JESOLO. Rischia di essere investito da un'auto, paura per Rodolfo Murador, nuovamente "accarezzato" sulla sua bicicletta dallo specchietto di un'auto in sorpasso in via Ca' Pirami. Esplode ora la protesta per la situazione di questa strada di collegamento tra Jesolo Paese e il ponticello di San Giovanni verso Passarella. Murador, esperto ciclista e profeta del cicloturismo, tracciatore di percorsi ciclabili e ideatore di Ambiente Bike, se l'è cavata ancora una volta. Per la seconda volta un'auto lo ha toccato procurandogli una leggera lesione, ma fortunatamente nulla di grave. «Mi sono fatto male», racconta, «ma mi è andata bene perchè lo specchietto mi ha solo toccato, "accarezzato" come si dice in gergo. La situazione lungo questa strada è davvero seria. Ci sono tante donne che pedalano in bici anche per recarsi al Bennet a fare la spesa, ad esempio, poi tanti ciclisti che la percorrono quotidianamente. Il rischio è che qualche cicilsta venga travolto e ucciso in mancanza di una pista ciclabile lungo questo tratto che deve essere messo in sicurezza». Daniele Bison ha annunciato un'interrogazione urgente in Consiglio sulla questione della pista ciclabile di Ca' Pirami. (g.ca.)

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Bambino scomparso a Tambre: ecco il momento del salvataggio

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi