In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

La Chiesa: «Nuovi tipi di unioni, ma la famiglia è con mamma e papà»

Don Dino Pistolato: «Le parole contano. Pensate ai padri separati, quanto tengono a vedere riconosciuto un termine così importante»

di Vera Mantengoli
1 minuto di lettura

VENEZIA. La Chiesa ribadisce che la famiglia è composta da una madre e da un padre. Don Dino Pistolato cita il documento della conferenza episcopale del Triveneto avvenuta pochi giorni fa in occasione della “Giornata per la vita”.

Qui la Chiesa torna a parlare del ruolo della famiglia: «Nel libretto delle giustificazioni che avevo a scuola – ha detto ieri Don Pistolato – c’era scritto sotto firma la parola genitori, ma se andiamo a vedere che cosa c’è dietro a questo termine le cose oggi cambiano perché le motivazioni sono diverse. Per la Chiesa la famiglia è una, quella citata nella Carta Costituzionale composta da padre e da madre e quella che è stata descritta nel recente documento».

Nel testo si parla dell’importanza della missione educativa della Chiesa di fronte «al possibile inserimento dell’ideologia del gender nei programmi delle scuole, nella formazione degli insegnanti (…) a taluni fuorvianti orientamenti sull’educazione sessuale ai bambini anche in tenera età, alle richieste di accantonare gli stessi termini “padre” e “madre” per altri meno discriminanti e, infine, al grave stravolgimento del valore e del concetto stesso di famiglia naturale fondato sul matrimonio tra un uomo e una donna». «Per esempio i padri separati che si lamentano di essere più lontani dai figli, ci tengono a vedere il termine padre nei documenti – ha concluso – e per quanto riguarda i libri distribuiti li dovrei vedere. C’è libertà di pensiero. Si può parlare di nuove tipologie di unioni, ma la famiglia è solo una».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori