In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

La Lega accusa per il taglio degli alberi in via Roma

NOVENTA. «Tutta quella fretta di tagliare gli alberi non ha fatto altro che peggiorare la situazione di degrado su via Roma». A puntare il dito contro l’amministrazione comunale sono i consiglieri...

1 minuto di lettura

NOVENTA. «Tutta quella fretta di tagliare gli alberi non ha fatto altro che peggiorare la situazione di degrado su via Roma». A puntare il dito contro l’amministrazione comunale sono i consiglieri della Lega, Giorgia Andreuzza e Matia Cester. A far discutere sono le ceppaie dei platani, rimaste a bordo strada dopo il taglio delle piante. «Il progetto della pista ciclabile di via Roma nasce da un accordo tra Comune, Provincia e Regione. Alla Provincia», sottolineano Andreuzza e Cester, «spettava il progetto della pista ciclabile e la gestione degli espropri: compiti portati a termine, a oggi la Provincia non ha altri adempimenti».

Per la ciclabile, il Comune avrebbe dovuto investire 170 mila euro, gli altri soldi (il totale è di 820 mila) spettavano alla Regione, ma i bilanci di questi tempi sono magri. «Allora la Provincia aveva sconsigliato il taglio degli alberi, anche per le difficoltà dei trasferimenti regionali», concludono Andreuzza e Cester, «gli alberi sono stati tagliati quasi due anni fa e, se il percorso ciclabile si trova in situazione di pericolo, il Comune deve assumersi le proprie responsabilità». (g.mon.)

I commenti dei lettori