In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Il Partito Democratico chiama Renzi, l’anti Grillo

Grande attesa a San Donà per l’annunciato show in piazza Indipendenza del leader del Movimento 5 Stelle a venti giorni dalle elezioni comunali

2 minuti di lettura

di Giovanni Cagnassi

SAN DONA'. È corsa a prenotare piazza Indipendenza per i comizi elettorali: confermato ufficialmente Beppe Grillo per mercoledì 22 maggio, il Partito Democratico invece conquista la piazza per la chiusura della campagna elettorale il 24 maggio, data storica in riva al Piave, e aspetta Matteo Renzi. Il sindaco di Firenze non ha ancora confermato, ma non è escluso che possa arrivare a San Donà in questa campagna elettorale che si annuncia avvincente con sette candidati a sindaco e ben 17 liste.

Intanto cresce l'attesa di Grillo per il comizio spettacolo in piazza. Il Pdl, sorpassato di misura, sarà in piazza dunque giovedì 23 maggio. Si punta sulla presenza degli ex ministri Galan (a lungo governatore dek Veneto) e Sacconi. Il sindaco, e presidente della Provincia, Francesca Zaccariotto, ha già sfidato Grillo, proponendo di poter salire sul palco con lui per un vero confronto. Le ha risposto l'ex vicecomandante della polizia locale Marco Pasetto, con la moglie, agente Barbara Maggioli, rispettivamente licenziato e sospesa dal servizio, entrambi nel M5S e non candidati: «Saremo con Grillo se necessario per informarlo con gli atti alla mano su quello che hanno fatto la Zaccariotto e la sua giunta in questi anni».

Il candidato del movimento Cinque Stelle, Guido Salvestroni, è perplesso: «Non è mai accaduto che sia salito qualcuno con lui sul palco e quindi mi pare insensata questa richiesta. Resta il fatto che ci sono piccole e grandi cose che evidenziano un’amministrazione sprecona e sono davanti agli occhi di tutti, basti vedere la stessa piazza Indipendenza e la voliera poco distante. Il sindaco pensi piuttosto a liberare gli uccelli della voliera e almeno avremo cinquemila euro in meno di manutenzione all'anno da destinare alle famiglie bisognose, visto che diverse altre migliaia di euro li abbiamo ormai già spesi per comprarla».

Il 18 al ristorante Kristall arriverà anche la parlamentare sandonatese, Arianna Spessotto, per presentare la lista del Movimento 5 Stelle assieme a Salvestroni.

Andrea Cereser del Partito Democratico non si scompone davanti alla notizia dell'arrivo di Grillo, anzi è favorevole. «Sono molto contento», commenta, «perché la sua protesta è stata per molti versi condivisibile e ci sono stati anche tanti punti in comune. Quindi nessun problema, lo aspettiamo e ascolteremo che cosa avrà da dire anche su San Donà».

Nei giorni scorsi una delle liste che corre per Cereser, Città Insieme, ha perso un candidato che non potrà essere in lista. Si tratta del rumeno Daniel Sabuanu. Non aveva un requisito di eleggibilità richiesto legato a un permesso. Nessun commento da parte della coalizione, anche se sarebbe stato il primo cittadino comunitario non italiano a candidarsi, oltretutto esponente di una delle comunità più grandi e radicate di stranieri a San Donà, moltissimi dei quali avrebbero potuto votare un loro connazionale e la coalizione del centrosinistra.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori