Tronchetto, via al riordino Caserma, darsene e case

Presentato alle Municipalità il progetto approvato dalla giunta comunale Parte l’interscambio merci, bus e transbagagli nell’area del people mover

VENEZIA. Case al Tronchetto. Potrebbe essere la novità dei prossimi anni. per la prima volta saranno autorizzate nuove abitazioni nell’Isola Nuova, nata cinquant’anni fa interrando una parte di laguna per farci parcheggio. E’ una delle novità inserite nel nuovo Piano del Tronchetto, approvato dalla giunta su proposta degli assessori al Patrimonio Bruno Filippini e alla Mobilità Ugo Bergamo e illustrato a Mestre ai presidenti delle Municipalità per il parere.

Molte le novità in arrivo in quello che viene definito il nuovo Piano di «assetto urbanistico e patrimoniale del Tronchetto», realizzato dal vicedirettore generale di Ca’ Farsetti Luigi Bassetto. La prima dovrebbe essere la fatidica caserma dei carabinieri nell’isola. Promessa da decenni come «presidio dell’ordine pubblico». Mai più vista, nonostante al Tronchetto ci sia bisogno, soprattutto d’estate, di un punto di riferimento per i milioni di turisti che ci passano in auto o in pullmann. Il nuovo edificio sorgerà nell’area sud, dopo il grande garage. Vicino al lotto CC, dove per ricavare i soldi necessari alla risistemazione dell’isola, i privati che acquisteranno potranno costruire alcuni appartamenti con il cambio d’uso da uffici a residenza. Altre novità in vista riguardano il Centro di Interscambio merci. Anche questo in progettazione da più di dieci anni, realizzato con i soldi del commissario straordinario contro il moto ondoso. Dovrà ospitare le grandi barche da trasporto al piano terra e nello specchio d’acqua antistante. Il primo atto adesso sarà quello di procedere all’individuazione del gestore del centro logistico, che avrà il compito di razionalizzare il trasporto merci con la riduzione del moto ondoso nei canali interni.

Al primo piano e negli edifici di proprietà comunale dell’isola (in tutto circa 5 mila metri quadrati) saranno trasferiti alcuni uffici comunali come la Mobilità e il Centro stampa. Un risparmio di circa 3 milioni di euro l’anno per Ca’Farsetti, che oggi paga affitti per gli uffici in molte sedi decentrate. Sarà realizzato anche il nuovo cantiere Actv, all’estremità sud dell’isola. Con il trasloco dall’area di Sant’Elena del vecchio cantiere e l’avvio del progetto di costruzione di alloggi, come proposto dall’architetto Franco Bortoluzzi.

Nell’area della fermata del people mover sarà trasferito il mercato, insieme agli spazi per la cooperastiva transbagagli e i nuovi parcheggi per gli autobus turistici, che dovranno abbandonare l’area di piazzale Roma in via definitiva. Infine, nella parte di nord ovest, visibile dal ponte della Libertà, sarà costruita una nuova darsena con spazi attrezzati a terra.

Saranno anche mantenuti i circa 400 posti auto a tariffa convezionata per i residenti. «Una sistemazione che la città attendeva da anni», dicono gli assessori Bergamo e Filippini. (a.v.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Banana bread al cioccolato

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi