Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Controlli dei carabinieri ritirate otto patenti

DOLO. Otto patenti sono state ritirate per guida in stato di ebbrezza da parte dei carabinieri della compagnia di Chioggia. I centri che sono stati controllati con maggiore attenzione sono stati...

DOLO. Otto patenti sono state ritirate per guida in stato di ebbrezza da parte dei carabinieri della compagnia di Chioggia. I centri che sono stati controllati con maggiore attenzione sono stati Pianiga, Dolo, Campagna Lupia e Vigonovo. Agli automobilisti pizzicati oltre il limite è stata ritirata la patente.

Per cinque di loro (avendo superato la soglia di 0,8 grammi/litro) è scattata anche la denuncia in stato di libertà per il reato di guida in stato di ebbrezza oltre alla ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

DOLO. Otto patenti sono state ritirate per guida in stato di ebbrezza da parte dei carabinieri della compagnia di Chioggia. I centri che sono stati controllati con maggiore attenzione sono stati Pianiga, Dolo, Campagna Lupia e Vigonovo. Agli automobilisti pizzicati oltre il limite è stata ritirata la patente.

Per cinque di loro (avendo superato la soglia di 0,8 grammi/litro) è scattata anche la denuncia in stato di libertà per il reato di guida in stato di ebbrezza oltre alla pesante sanzione amministrativa. Le persone denunciate sono: T.P. di 32 anni di Mirano, A.C. 38enne di Dolo, A.T. 22enne di Vigonovo, D.B. 37enne di Chioggia e T.B. 36enne di Campagna Lupia. Per loro patente sospesa da sei mesi a un anno e decurtazione di 10 punti, oltre alla sanzione penale che verrà stabilita in sede di processo.

Per quanto riguarda le persone sorprese con un tasso alcolico inferiore a 0,8 la sospensione della patente va dai 3 ai 6 mesi, con decurtazione di 10 punti e sanzione amministrativa dai 500 ai duemila euro. (a.ab.)