In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
laguna libre

Il clarinetto di Zoe Pia a Jazz& racconta i misteri della Sardegna

1 minuto di lettura

venezia

Nuovo appuntamento della quinta edizione di Jazz&, la rassegna internazionale di jazz contemporaneo firmata da Veneto Jazz.

L’unico concerto al di fuori delle Sale Apollinee del Teatro La Fenice è quello di venerdì 4 marzo, negli spazi del Laguna Libre, il jazz club di riferimento di Veneto Jazz, che ospita l’artista di origini sarde, clarinettista e compositrice Zoe Pia, con il debutto del progetto discografico “Shardana”, nella consueta formula dell’aperitivo concerto (dalle 18.15) e della cena concerto (dalle 20.45).

Con la tecnica della soundscape composition unita al linguaggio contemporaneo il racconto in musica delle energie nascoste di una terra ricca di tradizioni, leggende e i misteri come la Sardegna.

Shardana, ovvero il popolo delle isole che stanno in mezzo. Così è descritto da Ramses II (stele di Tanis) nel II millennio a.C.: i ribelli che nessuno ha mai saputo come combattere e che presumibilmente hanno vissuto e lasciato più tracce di loro in Sardegna.

Dalla tomba dei giganti di Sa Dom 'e S'Orcu ai personaggi misteriosi come S'Accabadora, la forte tradizione processionale di Mogoro, la storia della terra e dei popoli del Mediterraneo, l'omaggio al grande cantautore Andrea Parodi, le mistiche Domus de Janas ed il tradizionale rieccheggiare del ballo sardo.

Il lavoro discograficoè nato grazie all’esperienza di ricerca sviluppata al Conservatorio Francesco Venezze di Rovigo, nell’ambito del progetto “Comporre con i Suoni del Polesine”.

Le metodologie applicate sono state volte alla valorizzazione della musica contemporanea, la contaminazione di linguaggi musicali differenti, oltre alla valorizzazione dei valori di identificazione universale. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

I commenti dei lettori