Il nudo si copre con la mascherina Resi Girardello alla Bottega Cini

VENEZIA

Una volta il nudo faceva tendenza, ma negli ultimi anni «più si è coperti più si viene considerati persone perbene». È questo il concetto alla base dei disegni dell’artista Resi Girardello, esposti alla Bottega Cini fino al 30 gennaio, nella mostra “Crypto Si(g)ns. Viaggi tra nude verità”. Girardello ricopre i nudi più celebri della storia dell’arte con decorazioni di rame, elemento che caratterizza la sua poetica arte, per proporre una riflessione sulla nostra società.


«In apparenza può sembrare un gioco, ma spero faccia riflettere», racconta. «In questi anni, quasi come una meditazione, ho disegnato le copie di famose opere con soggetti nudi e, pensando anche a Daniele da Volterra, le ho ricoperte. Dopo le Torri Gemelle c’è stato un grande cambiamento sociale. Se prima, nell’epoca televisiva, per essere degli eroi dovevi mostrarti nudo, ora nell’epoca successiva tutti si devono coprire per essere considerati perbenei.

Daniele da Volterra venne ribattezzato come il Braghettone, perché aveva ricoperto con foglie di fico i genitali del Giudizio universale, dopo che il Concilio di Trento aveva condannato la nudità.

La pandemia ha in un certo senso enfatizzato questa tendenza. Nessuno si sente più a proprio agio se si trova vicino a qualcuno senza mascherina. «In mostra ci sono anche diverse Madonne con la mascherina, a indicare il disagio dei ruoli che si è creato in questo momento complesso», spiega l’artista Girardello, in mostra anche nello spazio dell’Accademia nell’esposizione “Stelle e Viaggi. Esplorazioni, iconografia e astronomia a San Marco nel ’200”.

«Quando tutti siamo diventati controllori e controllati su come si prendono le misure di precauzione per il Covid». —



© RIPRODUZIONE RISERVATA

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Covid, Marco Melandri ritratta: "Era una battuta, non mi sono fatto contagiare volontariamente"

Porridge di avena alla pera e nocciole

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi