Lo scarto come spunto creativo nelle opere di Gayle Chong Kwan

Vera Mantengoli

Lo scarto diventa materia virtuosa nelle opere di Gayle Chong Kwan, esposte da oggi alla Galleria Alberta Pane (Dorsoduro, Calle dei guardiani 2403) e dal 25 sulla facciata di Ca' Foscari. L’artista si è confrontata per un anno con studenti e ricercatori di Ca’ Foscari per conoscere le teorie sui rifiuti per poi dare vita a un Arcipelago di immagini che rimandano al tema della sostenibilità. Fotografie, installazioni e quadri sono stati creati a partire da rifiuti alimentari e ad altri elementi organici che, uniti a ritagli e collage, hanno dato vita a opere che sono il punto d’avvio di una riflessione sull’espansione coloniale, sullo sfruttamento delle risorse naturali e sulle problematiche ambientali in senso lato. Vincitrice del Sustainable Art Prize 2019, Gayle Chong Kwan a Venezia propone una mostra immersiva e avvolgente in cui il filo conduttore è l’interconnessione tra azioni e idee che l’uomo mette in atto ed elabora sullo scarto e sul rifiuto. Gayle Chong Kwan è un'artista londinese, le cui installazioni fotografiche su larga scala, sonore, partecipative e video sono esposte a livello nazionale e internazionale nelle più importanti istituzioni culturali. Il suo lavoro, spesso installato nello spazio pubblico, indaga i simulacri e il sublime, attraverso la creazione di ambienti avvolgenti e mise-en-scène. Il cibo e il turismo rappresentano inoltre uno dei punti focali della sua ricerca che spesso sfociano nella realizzazione di paesaggi mitici. In quanto vincitrice del Sustainable Art Prize, promosso da Ca’ Foscari, l’artista ha sviluppato Waste Matters, un progetto i cui esiti si vedranno dal 25 giugno sulla facciata dell'ateneo, accompagnati da attività partecipative e contributi online. Fino al 24 luglio, da martedì a sabato 10.30-18.30. —


V.M.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Video del giorno

Napoli, il boss in Ferrari alla comunione del figlio

Gelato vegan al latte di cocco e ciliegie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi