Riaprono il Museo e il giardino Visite alla mostra sulla peste

VENEZIA

Gli spazi espositivi della Fondazione Querini Stampalia hanno riaperto da ieri. Museo, Area Scarpa con giardino e Collezione Intesa Sanpaolo sono pronti ad accogliere il pubblico, per ora dal martedì al venerdì, dalle 14 alle 18, su prenotazione attraverso il sito e con biglietto ridotto, per tutti.


Ad attendere i visitatori, le collezioni d'arte, le architetture, ma anche la mostra “C’era una volta la peste. Venezia e le misure di contenimento del morbo tra ’500 e ’600”, a cura di Angela Munari, negli spazi della Biblioteca, visibile fino al 2 maggio.

Senza un vaccino, quando l’idea stessa di vaccino era ancora lontana; senza disporre di terapie specifiche, non diversamente da quanto accade oggi per il Covid 19, la Repubblica di Venezia, con la concretezza di una società mercantile, si affida alle sole misure che paiono efficaci: disinfezione e quarantena preventive, distanziamento, isolamento.

Volumi antichi, stampe e mappe ripercorrono la storia delle grandi pestilenze del passato, le rotte di propagazione del morbo, le ipotesi sull’origine e sulla trasmissione della malattia tra medicina e astrologia, tra paura e superstizione.—



Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi