Concorso di poesia “Carpe diem” terzo posto a Tommaso, 11 anni

NOALE

Un piccolo poeta nella città dei Tempesta. Tommaso Carisi, 11 anni, studente della scuola secondaria Giovanni Pascoli di Noale, si è classificato al terzo posto nella categoria “Poeti Nascenti- sezione poesia” del Concorso Internazionale di scrittura e creatività Carpe Diem di Frascati organizzato dall’associazione culturale Di terra e di parole. Tommaso, nel periodo del lockdown della primavera 2020, aveva scritto “Il mondo in una sfera”. Figlio di due infermieri, lo studente aveva espresso in versi il suo disagio di bambino costretto a restare a casa mentre là fuori si combatteva una specie di guerra, in cui i soldati erano persone con il camice bianco.


Qualche passo del componimento: “Tutto il mondo è racchiuso in una sfera - per scappare da questa bufera di nome “corona”... In questo momento c’è una specie di guerra, non con le armi ma con gli ammalati che sono infettati... Dottori e infermieri sono soldati... per aiutare questi contagiati... Per la via della guarigione, una cosa semplice dobbiamo fare ... a casa dobbiamo restare... cercando di non sclerare ... Aspettiamo che finisca questo canto di morte ... tutta la gente aprirà le porte»...

Lo studente costretto a casa, si chiede cosa fare di fronte a questa situazione che impone regole folli per un bambino, impedisce di giocare e di vedere gli amici. E trova la risposta in versi: resistere, in attesa che la terra ridiventi sicura, convinto che, alla fine, la battaglia sarebbe stata vinta.

Ora la grande soddisfazione per il brillante risultato ottenuto.

Con la stessa poesia Tommaso si era classificato tra i finalisti del premio di poesia “Il Federiciano” a Rocca Imperiale, in provincia di Cosenza. —



Pancake di ceci con robiola e rucola

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi