“Uscire dal carcere a sei anni” I diritti dei figli delle detenute

VENEZIA

“Uscire dal carcere a sei anni - I figli delle detenute tra diritti che confliggono: stare con la madre o essere liberi”. E’ questo il titolo del volume di Carla Forcolin (Milano, FrancoAngeli 2020) che verrà presentato oggi, dalle 10, sul canale YouTube dell’Ateneo Veneto. A discuterne saranno l’autrice Carla Forcolin, fondatrice dell’Associazione “La gabbianella e altri animali” per l’adozione e l’affidamento, Aurea Dissegna, già Garante dei diritti dei bambini e dei detenuti della Regione Veneto, il sociologo e scrittore Gianfranco Bettin, che ha curato anche la prefazione del volume, e la giornalista Barbara Marengo. Ci sono bambini che possono arrivare a trascorrere sei anni in carcere, pur essendo gli innocenti per definizione: sono i figli delle detenute che le madri portano con sé negli Istituti a Custodia Attenuata per Madri (Icam), perché non sanno a chi lasciarli o perché i bambini stessi hanno bisogno di loro. A Venezia decine di bambini hanno trascorso la loro infanzia in un Istituto a custodia attenuata per madri, costruito appositamente presso il carcere femminile della Giudecca. Di tutto questo si parla nel volume. —


Focaccia integrale alla farina di lenticchie

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi