Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Venezia, torna VenetoNight: così la scienza racconta la magia dell’invisibile

Torna la Notte dei ricercatori di Ca’ Foscari Sette giorni di laboratori in mezzo al pubblico

I ricercatori di Ca’ Foscari spalancano le porte dei loro laboratori alla città. Per dimostrare che le idee migliori, partorite dal sapere accademico, non hanno senso se non divulgate e messe a disposizione della collettività.

Dal 28 settembre al 4 ottobre si terrà la “VenetoNight”, appuntamento veneziano della notte dei ricercatori promossa a partire dal 2005 dalla Commissione Europea. Il tema di quest’anno, fil rouge delle numerose proposte, ruota intorno ad un concetto inafferrabile: l’inv ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

I ricercatori di Ca’ Foscari spalancano le porte dei loro laboratori alla città. Per dimostrare che le idee migliori, partorite dal sapere accademico, non hanno senso se non divulgate e messe a disposizione della collettività.

Dal 28 settembre al 4 ottobre si terrà la “VenetoNight”, appuntamento veneziano della notte dei ricercatori promossa a partire dal 2005 dalla Commissione Europea. Il tema di quest’anno, fil rouge delle numerose proposte, ruota intorno ad un concetto inafferrabile: l’invisibile. Sfugge ai sensi dell’uomo, ma è comunque presente nelle nostre vite, tanto da influenzare la società e l’ambiente. Ecco alcuni esempi: cosa si nasconde tra i granelli di sabbia delle nostre spiagge? Sono sicuri i siti dove inseriamo i nostri dati sensibili e quali sono i rischi che non ci accorgiamo di correre?

Numerosi gli appuntamenti. L’inaugurazione è prevista alle ore 17, nel campiello Squellini. Sempre nella sede centrale di Ca’ Foscari, dopo i saluti istituzionali sarà il turno di “Life in Waiting” con Igiaba Scego e Alberto Toso Fei (ore 18). A seguire, “Muovi Ca’ Foscari!”, performance di danza a cura di Debora Petrina. Le attività con i ricercatori sono divise in quattro aree di pertinenza. Si terranno nella sede centrale, questi gli orari: venerdì dalle 17 alle 22.30, sabato dalle 10 alle 13, dal lunedì al giovedì 10-18.

La prima, “pericoli invisibili”, comprende tra le varie iniziative: un laboratorio per scoprire i milioni di pezzi di plastica che si nascondono tra i granelli di sabbia; un hackeraggio simulato per capire come difendersi dai ladri di password e dati sensibili. C’è poi l’area “mondi invisibili”: muffe e batteri, ad esempio, rientrano tra quei microrganismi dalle numerose, e utilissime, proprietà. L’area “Forze invisibili” offrirà l’opportunità di sperimentare il potere delle onde cerebrali di spostare gli oggetti. Infine, la sezione “Barriere invisibili” metterà i partecipanti di fronte ad ostacoli inusuali.

Il suono, ad esempio: come fa una persona sorda ad accorgersi di un allarme di sicurezza o ad ascoltare la musica?

La VenetoNight collabora anche con i musei cittadini: Correr, Palazzo Ducale, Iveser, Ca’ Pesaro e Archivio di Stato. Per il primo anno, anche l’Ateneo Veneto partecipa alla manifestazione con un laboratorio di “parole invisibili” (venerdì alle ore 15). Oggi, a partire dalle 12, è possibile prenotarsi alle visite guidate su www.unive.it/venetonight. —

Eugenio Pendolini

BY NC ND ALCUNI DIRITTI RISERVATI