In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni
Deepfake

Su FakeYou, la app che permette di clonare la voce dei politici, non c’è più Giorgia Meloni

Su FakeYou, la app che permette di clonare la voce dei politici, non c’è più Giorgia Meloni
La leader di Fratelli d’Italia è stata rimossa dalla controversa app che permette di generare audio realistici, con la voce di politici e celebrità, a partire da un testo scritto dagli utenti
1 minuti di lettura

“Text to Speech”, vale a dire “dal testo al parlato”: grazie all’intelligenza artificiale, la app FakeYou è in grado di produrre degli audio con le voci di personaggi famosi a partire da una frase scritta dagli utenti. È un esempio di potente deepfake, la tecnologia che abbiamo visto all’opera anche nei video, quando un algoritmo sostituisce il volto originale con un altro digitale a proprio piacimento. Un inganno sofisticato, insomma, sempre più alla portata di tutti.


FakeYou ha un piccolo menu a tendina dedicato alle voci italiane. Fino a qualche giorno fa c’era anche Giorgia Meloni, la leader di Fratelli d’Italia. E alcuni audio fake, con la sua voce, avevano iniziato a circolare sui social. Tanto da spingere il Garante per la privacy ad aprire un’istruttoria sulla app. Le preoccupazioni del Garante - spiegava una nota - “si indirizzano verso i potenziali rischi che potrebbero determinarsi da un uso improprio di un dato personale, quale è appunto la voce”. L'Autorità ha dunque chiesto alla società The Storyteller Company, responsabile di Fakeyou “di trasmettere con urgenza ogni possibile elemento utile a chiarire l'iniziativa”.

Qualcosa è cambiato. Non è chiaro se è accaduto per effetto dell’istruttoria del Garante per la privacy, ma di sicuro la voce di Giorgia Meloni non è più tra quelle disponibili per un deepfake. Resistono, invece, quelle di altri politici come Giuseppe Conte, Matteo Salvini e Silvio Berlusconi.