Fotografia

Fuji presenta la fotocamera X-H2s, mirrorless ibrida per foto e video

Fuji presenta la fotocamera X-H2s, mirrorless ibrida per foto e video
Sulla macchina arrivano un sensore tutto nuovo da 26MP e un processore super-potente che abilita raffiche fino a 40 frame al secondo. È pensata per fotografi naturalistici e sportivi, ma piacerà anche ai videomaker
2 minuti di lettura

Fujifilm ha lanciato la nuova fotocamera professionale X-H2s, assieme ad alcuni nuovi obiettivi della serie X. La nuova mirrorless è una “Hybrid”, da cui la H del nome, pensata sia per i fotografi - in particolare naturalistici e sportivi - sia per i professionisti delle riprese video.

L’azienda giapponese porta su questo modello una serie di innovazioni che più avanti vedremo, con ogni probabilità, anche su altri modelli della serie XT. Innanzitutto il sensore, che ha la stessa risoluzione di 26 megapixel del modello X-H1 di quattro anni fa, ma è completamente nuovo. È l’X-Trans Cmos 5 HS, un Aps-C di tipo stacked, in cui lo strato di pixel è direttamente sovrapposto alla circuiteria “logica” di lettura del segnale. È il primo di questo tipo su una fotocamera Fuji.

Al sensore si aggiunge anche un nuovo X-Processor di quinta generazione, che a detta dell’azienda è circa 30 volte più veloce rispetto a quello montato sul primo modello della serie, la X-H1. L’accoppiata sensore-processore di X-H2s abilità prestazioni di alto livello. La macchina raggiunge raffiche da 15 scatti al secondo quando si utilizza l’otturatore meccanico. Con l’otturatore elettronico si possono invece raggiungere i 40 frame per secondo. Gli scatti avvengono senza blackout nel mirino elettronico e sullo schermo, grazie al rilevamento di fase dei pixel che non interrompe il feedback visivo della scena.

Come abbiamo già visto per altri modelli che puntano tutto su queste caratteristiche (ad esempio la full-frame Z9 di Nikon, o la recentissima Canon EOS R7) anche Fuji ha associato queste capacità di scatto a un miglioramento sensibile dell’autofocus.


La nuova macchina ha un sistema di messa a fuoco automatica molto più veloce rispetto al modello precedente, che garantisce scatti ben riusciti anche durante l’uso delle raffiche più spinte. Inoltre grazie al sistema di tracking “allenato” con l’intelligenza artificiale e al numero di calcoli svolti dal processore ogni secondo, la X-H2s è in grado di riconoscere soggetti umani (volti, occhi, o corpo) ma anche animali, uccelli, moto, auto e aerei in ogni singolo frame.

 

La stabilizzazione è sul corpo macchina, con un sistema IS a 5 assi che funziona fino a 7 stop ed è coadiuvato da una nuova funzione automatica di rilevamento delle vibrazioni.

Avanzatissime anche le capacità video: X-H2s supporta la registrazione interna di video 4:2:2 a 10 bit a 6,2K/30P e 4K/120P. La velocità di lettura del sensore durante la registrazione video è stata migliorata a 1/180 di secondo, con una notevole riduzione dell'effetto “rolling shutter” (conseguenza della scansione progressiva dell’immagine sul sensore). La nuova fotocamera è inoltre compatibile con tre Codec Apple ProRes: ProRes 422 HQ, ProRes 422 e ProRes 422 LT. Quando si registra in ProRes, X-H2S supporta anche la registrazione proxy come ProRes 422 Proxy, una funzione che velocizza la fase di montaggio, utilissima per i professionisti del video. È stata aggiunta infine la funzione F-Log2 con gamma dinamica ampliata fino a 14+ stop, che consente una più ampia gradazione tonale dell’immagine.

 

Interessante infine il supporto al formato fotografico Heif a 10-bit, in aggiunta al Jpeg e ovviamente al RAW, e la presenza di uno slot di memoria CFexpress di tipo B: è fondamentale per i video, perché abilita la registrazione interna di filmati con il codec 422HQ o H.265. Su modelli meno recenti la registrazione di questa tipologia di video è solitamente demandata alla registrazione su un dispositivo di acquisizione esterno collegato alla macchina.



X-H2s arriverà in Italia a luglio, a un prezzo consigliato di 2800 euro per il solo corpo macchina. Fuji ha già annunciato però che a settembre verrà presentata anche una versione più spiccatamente fotografica: si chiamerà X-H2 e al posto del sensore attuale avrà un nuovo X-Trans CMOS 5 HR con 40MP di risoluzione.
Assieme alla X-H2s, Fuji ha presentato anche due nuovi obiettivi: il Fujinon XF150-600mm F5.6-8, uno zoom dal design leggero (2250 euro), e il Fujinon XF18-120, un F4 fisso molto versatile, pensato in particolare per tutte le necessità di ripresa video (1040 euro).