Turismo spaziale

Turismo spaziale, Blue Origin ha effettuato il suo quarto volo suborbitale

Turismo spaziale, Blue Origin ha effettuato il suo quarto volo suborbitale
(afp)
La navicella New Shepard ha trasportato 6 persone ai confini con lo Spazio, a circa 106 Km di altezza
1 minuti di lettura

Dieci minuti di volo, poi l'atterraggio - senza problemi - in una zona desertica del Texas. Si è svolto come da copione il quarto volo commerciale di Blue Origin, l'azienda aerospaziale di Jeff Bezos, il fondatore di Amazon.

(reuters)

La navicella New Shepard ha trasportato 6 persone ai confini con lo Spazio, a circa 106 Km di altezza.

Tutti civili, a bordo, e questa volta nessuno dei partecipanti al volo era particolarmente famoso. Ai lanci precedenti, per esempio, avevano preso parte Jeff Bezos e l'attore William Shatner, l'uomo che ha vestito i panni del Capitano Kirk in Star Trek.

Alla quarta missione commerciale di Blue Origin, chiamata NS-20, hanno partecipato cinque passeggeri paganti. L'unico che ha effettuato il volo suborbitale gratis è stato Gary Lai, designer di Blue Origin che ha preso il posto dell'ospite che con la sua presenza avrebbe dovuto pubblicizzare la missione: Pete Davidson, comico del "Saturday Night Live".

Oltre a Gary Lai, dunque, c'erano l'investitore Marty Allen, l'immobiliarsita Marc Hagle e sua moglie Sharon Hagle, l'imprenditore e professore dell'Università della Carolina del Nord Jim Kitchen e infine George Nield, il fondatore e presidente di Commercial Space Technologies.
(reuters)

La storia più curiosa è quella di Jim Kitchen, che ha dedicato una vita ai viaggi e ha visitato tutti i 193 Stati riconosciuti dalle Nazion Unite. Quando è sceso dalla New Shepard ha mostrato un pezzo di tessuto su cui era scritto il numero 194.