Innovazione

Startup: Bending Spoons e le altre del db di Italian Tech

Startup: Bending Spoons e le altre del db di Italian Tech
Otto nuove startup entrate oggi nello Startup Database di Italian Tech che ha debuttato il 23 settembre scorso
2 minuti di lettura

Bending Spoons, startup italiana tra i leader internazionali nel mercato delle applicazioni (ha creato Immuni fra aprile e maggio 2020), ha chiuso nel 2021 un round di investimento con Red Circle Investments di Renzo Rosso, il fondatore di Diesel. È una delle otto nuove startup entrate oggi nello Startup Database di Italian Tech che ha debuttato il 23 settembre scorso (qui la spiegazione delle motivazioni e degli obiettivi). Ecco i dettagli e chi sono e come crescono le altre startup.

    Bending Spoons è una startup costituita nel 2013 a Copenaghen e trasferita a Milano nel 2015, che sviluppa app. Conta più di 60 milioni di utenti attivi e oltre 400 milioni di download. Fondata da Francesco Patarnello, Luca Ferrari, Luca Querella, Matteo Danieli e Tomasz Greber, la startup si è occupata nel 2020 dello sviluppo di Immuni, l'app per il tracciamento dei casi positivi al Covid. Nel 2021, per il terzo anno consecutivo, è stata votata il miglior ambiente di lavoro per i giovani nella classifica stilata da Great Place To Work.

    Aindo è una startup della SISSA – Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste, che si occupa dello sviluppo di soluzioni di Intelligenza Artificiale. Fondata nel 2018 da un gruppo di ricercatori tra i maggiori esperti mondiali di generazione di dati sintetici che ha sede nell’Area Science Park di Trieste, nel 2021 ha chiuso un round di 2,8 milioni con il Fondo Vertis Venture 3 Technology Transfer.

    Bowlpros è una startup basata a Milano che commercializza online con il proprio marchio insalate in ciotola realizzate con prodotti al 100% naturali e tutti gli ingredienti per realizzarle. Fondata nel 2020 da Davide Petruzzi, Ioannis Stivis e Carlo Eroini, nel 2021 ha chiuso un round di 500 mila euro guidato dal Club degli Investitori.

    VoiceMe è una startup che si occupa di pagamenti tramite voce. Nel 2021 ha raccolto 560 mila euro da una cordata di oltre quaranta investitori, sia italiani che internazionali, della community Foolers Club.

    Scuter è una startup che sviluppa veicoli per la mobilità urbana. Fondata nel 2015 da Gianmarco Carnovale, Gabriele Carbucicchio, Carmine Nuzzo e Luca Ruggeri, la compagnia ha raccolto nel 2021 3 milioni in un round comprensivo di equity, debito e grant: nel dettaglio, l’incentivo Smart & Start di Invitalia, un finanziamento da parte di Intesa Sanpaolo, un investimento da parte del Fondo Rilancio Startup di CDP Venture Capital SGR, con LVenture Group e altri Business Angel.

    Qodeup è una startup di Brescia, fondata nel 2018 da Fabio Marniga e Stefano Allegra che si occupa di foodtech. Nel 2021 ha chiuso un seed round di 260 mila di euro guidato da Ventive.

    GimmeLike, è una startup che ha sviluppato un’app che mette in contatto le PMI con i Millennial attraverso indagini di mercato. Fondata nel 2018 da Francesco Mondonico, nel 2019 ha chiuso un round con Seed Money.

    Scytale è una startup (costituita nel 2018, con sede operativa a Mantova e commerciale a Milano) specializzata nello sviluppo di soluzioni di crittografia avanzata, firma elettronica ed autenticazione su protocollo Blockchain. Nel 2019 ha chiuso un round (per un ammontare non dichiarato) con Gellify.

    The Italian Startup Database, i numeri del Db di Italian Tech: a oggi il database di Italian Tech conta 489 schede di startup.



 

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito