Innovazione

Sibylla Biotech e le altre new entry nel database di Italian Tech

2 minuti di lettura

C’è Sibylla Biotech, una startup che lavora allo sviluppo di nuovi farmaci per bloccare il processo di formazione delle proteine cancerogene grazie alla biologia computazionale, ma ci sono anche Heres, Zappyrent, Mysecret Case, Xfarm, RockAgent, SixthContinent e Dottori.it: sono queste le 8 nuove startup entrate nello Startup Database di Italian Tech che ha debuttato il 23 settembre scorso (qui la spiegazione delle motivazioni e degli obiettivi). Ecco più nel dettaglio chi sono e come crescono.

Heres è una startup fondata a Bologna nel 2017 da Andrea Gabrielli e Matteo Ligabue che sviluppa interfacce conversazionali (chatbot e voicebot) multicanale e multilingua per automatizzare i processi aziendali e migliorare la customer experience. 

Sibylla Biotech è uno spin-off nato nel 2017 dalle Università di Trento e Perugia e dall’Istituto nazionale di Fisica nucleare. Fondata da Lidia Pieri, Giovanni Spagnolli, Graziano Lolli, Maria Letizia Barreca e Pietro Faccioli, la compagnia ha brevettato un protocollo per la ricerca di nuovi farmaci contro il cancro. Nel 2019 ha chiuso un round di 2,4 milioni di euro con il fondo Vertis Venture 3 Tech Transfer. Dal 2021 è incubata al Polo Tecnologico di Trento, incubatore d’impresa di Trentino Sviluppo.

Zappyrent è una startup fondata nel marzo 2018 a Catania da Antonino e Lino Leonardi con l’obiettivo di rendere l’affitto di un appartamento o stanza un’esperienza semplice ed economica, allo stesso tempo sicura per tutti i proprietari che vogliono mettere a reddito il loro immobile. Nel 2019 ha chiuso un round di 2,5 milioni di euro. Tra gli investitori rientrano top manager di società tecnologiche oltre ad Alberto Genovese.

Mysecret Case è una startup nata nel 2015 come un ecommerce di sex toys e cresciuta evolvendo in portale della sessualità dove trovare articoli che parlano di educazione sessuale e salute. Fondata da Norma Rossetti, nel 2019 ha chiuso un round di 1,5 milioni partecipato da R301 Capital, B Heroes e da business angel italiani e internazionali.

Xfarm è una startup fondata nel 2017 da Martino Poretti, Matteo Vanotti, e Salvatore Ferullo. Sviluppa strumenti per la digitalizzazione delle aziende agricole. Nel 2019 ha chiuso un round di 3 milioni  sottoscritto da United Ventures e TiVenture, venture capital della Fondazione Centenario BancaStato (Svizzera).

RockAgent è una startup fondata a Roma nel 2018 da Daniel Debash che si occupa di immobili, creando un’agenzia ibrida. In particolare ha sviluppato una piattaforma basata su Vr, big data e algoritmi per migliorare il matching tra domanda e offerta di immobili. Nel 2019 ha chiuso un aumento di capitale da 3 milioni di euro.

SixthContinent, fondata nel 2014, si occupa di nuovi modelli di marketing per gli acquisti. Nell’estate ha chiuso sulla piattaforma 200Crowd una campagna di equity crowdfunding da 3,3 milioni di euro.

Dottori.it è una startup fondata da Silvio Pagliani nel 2013 che ha sviluppato una piattaforma per la prenotazione di visite mediche specialistiche. Nel 2019 ha chiuso un aumento di capitale da 3,5 milioni di euro. A guidare il finanziamento, Immobiliare.it. Nel 2021 la compagnia è stata acquisita da Doctolib, scale-up francese che si occupa di sanità digitale.

The Italian Startup Database, i numeri del Db di Italian Tech: a oggi il database di Italian Tech conta 424 schede di startup.