Apple rimuove un'app del Corano dallo Store cinese

Su richiesta di Pechino: conterrebbe "testi religiosi illegali"
1 minuti di lettura

Apple ha rimosso dal mercato cinese una delle app del Corano più popolari al mondo, a seguito di una richiesta del governo di Pechino. Secondo quanto risulta alla Bbc, la app - denominata Quran Majeed e utilizzata da milioni di musulmani - è stata rimossa poiché contiene testi religiosi illegali. Il governo cinese non ha risposto alle richieste di commenti da parte dell'emittente britannica. La rimozione di Quran Majeed era stata segnalata da Apple Censorship, un sito web che monitora le app offerte sull'App Store del colosso statunitense a livello globale.

Da parte sua, il produttore della app incriminata - la società PDMS - ha reso noto in un comunicato che "secondo Apple, la nostra app Quran Majeed è stata rimossa dall'App Store cinese perché include contenuti che richiedono documentazione aggiuntiva da parte delle autorità cinesi". La PDMS sta "cercando di entrare in contatto con la Cyberspace Administration of China e le autorità cinesi competenti per risolvere questo problema", prosegue la nota precisando che la sua app ha quasi un milione di utenti in Cina.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito