Quattro new entry: sono 147 le startup nel database

1 minuti di lettura

Shippypro, D-Orbit, Contents.comExein sono le quattro nuove startup entrate oggi nello Startup Database di Italian Tech lanciato il 23 settembre scorso (qui la spiegazione delle motivazioni e degli obiettivi). Ecco chi sono e di che si occupano.

Shippypro è una startup che ha sviluppato un software per semplificare la gestione delle spedizioni per l’e-commerce. Ha raccolto 5 milioni di dollari (4,5 milioni di euro) in un round di investimento di serie A guidato dal fondo americano Five Elms Capital. L'azienda è stata fondata nel 2016 da Francesco Borghi (attualmente CEO) e Lorenzo Rogai (CTO). ShippyPro ha fra i propri clienti marchi come Calzedonia, Diesel e Guess.

D-Orbit è una startup fondata nel 2011 da Luca Rossettini e Renato Panesi. Basata a Como, la compagnia fornisce prodotti e servizi per il settore spaziale (copre l’intero ciclo di una missione, dalla progettazione allo sviluppo della piattaforma satellitare): logistica e trasporto spaziale prima di tutto. L’obiettivo è diventare la prima azienda di trasporto orbitale al mondo. Nel 2020 ha ottenuto un prestito di 15 milioni di euro dall’European Investment Bank e pochi mesi prima ha chiuso un round di 10 milioni di euro con Neva Finventures, veicolo di investimento di Intesa Sanpaolo (gestito da Neva SGR), e con VC australiano 808 Ventures.

  Contents.com è una startup che produce contenuti basati su dati aziendali e trend utilizzando algoritmi di Intelligenza Artificiale. Ha raccolto 6 milioni di dollari in un round condotto da Synergo, Gellify e Azimut Digitech Fund. Al round hanno partecipato anche Fabio Cannavale e Alberto Chalon.

Exein è una startup che ha sviluppato una piattaforma opensource per la sicurezza dei dispositivi IoT. Nel 2021 ha chiuso un round di investimento di Serie A da 6 milioni di euro guidato dai fondi tedeschi Future Industry Ventures (Redstone) e eCAPITAL e partecipato dall'attuale investitore United Ventures. La startup è stata fondata a Roma, nel 2018, da Gianni Cuozzo con l'obiettivo di costruire il più grande ecosistema al mondo per la cybersicurezza.

The Italian Startup Database, i numeri del db di Italian Tech. A oggi il database di Italian Tech conta 147 schede di startup.