WhatsApp spinge sull'eCommerce e reinventa le Pagine gialle

Al via un test in Brasile che permette agli utenti di cercare informazioni su attività commerciali locali
1 minuti di lettura
Facebook ha annunciato che sta costruendo una funzione simile alle Pagine Gialle in WhatsApp, consentendo agli utenti di cercare informazioni su attività commerciali locali. Dopo l'introduzione del pulsante Shopping e dei pagamenti in app, questa è l'ennesima mossa con cui Mark Zuckerberg intende ampliare l'utilizzo del client di messaggistica, portandolo verso i territori del vero e proprio e-commerce. Il Ceo ha annunciato la funzione in un post su Facebook: "Stiamo costruendo una versione moderna delle Pagine Gialle in WhatsApp, in cui si possono cercare e contattare le aziende locali direttamente dall'app. Il lancio della prima versione è oggi, nel territorio di San Paolo in Brasile e presto altrove".
WhatsApp potrebbe includere nella sezione delle directory aziendali, migliaia di attività commerciali in categorie come cibo, vendita al dettaglio e servizi. Matt Idema, vicepresidente della messaggistica aziendale di Facebook, ha affermato che l'India e l'Indonesia sono i prossimi candidati per espandere la funzione. La novità apre anche un capitolo inerente agli annunci. WhatsApp, a differenza di Facebook e Instagram, non mostra alcun tipo di pubblicità tuttavia, Idema non ha escluso la possibilità che in futuro, tra le chat, possano apparire inserzioni sponsorizzate proprio dalle aziende locali. "C'è sicuramente una strategia, gli annunci rappresentano il modello di business principale per Facebook, e a lungo termine penso che in una forma o nell'altra faranno parte del mondo di WhatsApp". A oggi, secondo la compagnia, circa un milione di inserzionisti sfrutta i pulsanti "click to WhatsApp" nelle pagine di Facebook e Instagram, per portare gli utenti a chattare direttamente con loro.