Tecnologia E-Performance, da Mercedes l’ibrido per andare forte

Come in F1 il modulo elettrico/benzina promette prestazioni record: meno di 3 secondi per scattare da 0 a 100 e meno di 10 da 0 a 200. E’ la Mercedes più potente di sempre: 843 cavalli su un’auto di serie

1 minuti di lettura

Da tecnologia studiata per abbattere le emissioni e i consumi a sistema per andare più forte. Questo il percorso dell’ibrido che ora con la “Tecnology-Performance” di Mercedes-AMG si avvia a una nuova vita. Un’evoluzione che farà rabbrividire gli ambientalisti, ma che già è avvenuta in Formula 1 dove le “power unit” servono per regalare alle monoposto prestazioni mai viste prima.

Il debutto del new deal tecnologico avviene sulla AMG GT 63 S E che grazie alla speciale configurazione della trazione ibrida, con motore elettrico e batteria sull'asse posteriore e una batteria speciale, uniti al V8 biturbo 4000, fornisce una potenza complessiva di 843 cavalli e una coppia massima che supera i 1.400 Nm. Come nella Formula 1, la batteria è poi dimensionata per erogare e accumulare potenza in tempi rapidi. Il che si traduce in accelerazioni record: da 0 a 100 km/h in 2,9 secondi, da 0 a 200 in meno di dieci e una spinta continua finché la macchina non tocca i 316 km/h. Poi arriva – meno male… - il limitatore.

Insomma, ecco cosa si può fare oggi con i sistemi ibridi, ma senza dimenticare l’antica anima di queste tecnologie: sfruttando al meglio i motori elettrici (e andando piano ovviamente) la Mercedes-AMG GT 63 S E  riesce anche a consumare appena 8,6 l/100 km e ad avere emissioni di CO2 combinate di 196 g/km. Altro record per una macchina di quasi 1000 cavalli. Tanto per avere un termine di paragone, una volta una vettura del genere avrebbe consumato in media 20 litri per 100 km con emissioni di circa 500 g/km.

Ma dalla F1 questa ibrida – a proposito è la Mercedes più potente della storia – eredita anche il concetto di comunicazione pilota-auto: la plancia con widescreen è piena di indicazioni e funzioni specifiche per la trazione ibrida AMG. Nella strumentazione ad esempio il conducente può controllare autonomia elettrica, consumo di corrente, potenza e coppia del motore elettrico e temperatura di batteria e motore elettrico. Grafici ben strutturati mostrano sul display multimediale il flusso di potenza di tutto il sistema di trazione e i valori di regime, potenza, coppia e temperatura del motore elettrico, cui si aggiunge anche la temperatura della batteria. E dal volante chi guida ha la possibilità di selezionare i diversi livelli di recupero della trazione ibrida. Hamilton si sentirà a casa.