Helbiz, dal marciapiede al Nasdaq, Il viaggio dei monopattini elettrici

Prima società di micro mobilità a quotarsi alla National Association of Securities Dealers Automated Quotation. Una strategua che va dalla mobilità al food, passando per l’intrattenimento

3 minuti di lettura

Salto in alto Helbiz: è la prima società di micro mobilità a quotarsi al Nasdaq. Tutto ha inizio nel 2016 quando Salvatore Palella, classe 1987, capisce che l’auto condivisa è il futuro. Il calcolo è facile: per il 96%, di media, le auto di proprietà non vengono usate. Stanno ferme.

Così dopo una breve parentesi di un servizio per la condivisione dell'auto intuisce che con micromobilità – abbattendo i costi e fornendo un servizio più green - la sua società può spiccare il volo. Lancia così il monopattino elettrico in sharing che, ancora oggi, è l’attività principale della Helbiz. A proposito, la sigla nasce da Hel: Help e Biz: business. Appunto Supporto al business. Nomen omen.

La sua società cresce a ritmi impressionanti: tre anni fa fatturava 8mila euro nel nostro Paese, ora è il primo operatore italiano del noleggio e tra i primi tre negli Usa. E adesso la consacrazione con lo sbarco in Borsa, al Nasdaq.

Il filo rosso che lega tutta questa incredibile storia è l’innovazione, la tecnologia e la moda: il monopattino elettrico, in sharing, è un mezzo apparentemente semplice ma complicatissimo da gestire. E c’è anche una componente glamour: il mezzo ecologico per eccellenza, nato per percorrere "il primo o l'ultimo miglio” di uno spostamento in città, oggi piace. Pochi numeri per capire il discorso: in Italia chi usa questi piccoli due ruote per la prima volta poi lo riusa almeno 3 volte nei successivi 5 giorni.

La Helbiz intanto non smette di innovare. Protagonista di una recente fusione con GreenVision Acquisition Corp. e dell'acquisizione di MiMoto Smart mobility, continua la sua crescita nel settore della micro mobilità e prosegue il suo percorso di espansione con la creazione di una nuova linea di business dedicata al food delivery: Helbiz Kitchen, servizio che si prenderà cura interamente dei suoi clienti durante tutta la filiera produttiva.

 

Helbiz, i monopattini in sharing arrivano ad Ostia

Parlavamo prima di complessità di gestione del servizio di noleggio. Per far fronte a questo problema nel 2019 viene inaugurato l’HQ high tech a Belgrado in Serbia, segno della grande importanza data allo sviluppo tecnologico del brand. Qui una parte del team si occupa dell’app per gli utenti e di tutto ciò che è user oriented, un’altra parte è dedicata all’R&D e sviluppa funzioni, prodotti e trend per la micromobilità completamente nuovi, mentre il team sviluppo è coinvolto su diverse soluzioni hardware e software. Sempre nel 2019 il primo monopattino elettrico targato Helbiz arriva a Miami, seguita poi da Arlington, Alexandria e Washington DC.

Il 2020 segna l’anno della svolta per Helbiz: l’azienda firma, come dicevamo, l’acquisizione di MiMoto e nasce l’ecosistema integrato Helbiz che offre tre tipi diversi di veicoli ai suoi utenti e la possibilità di scegliere il mezzo ideale a seconda della necessità di spostamento. Negli USA la prima bici elettrica arriva a Washington DC mentre in Italia l’azienda ottiene numerose licenze nelle principali città conquistando la costa adriatica con Bari e Pescara, passando poi per Cesena, Ravenna e Parma senza dimenticare i traguardi di Roma, Napoli, Latina, Verona, Torino e Pisa, una roadmap che le consente di diventare il primo player e leader della micro mobilità sul territorio nazionale con il 26% di quota attuale.

Palermo, l'invasione dei monopattini in sharing: "Voglia di mobilità sostenibile"

Oggi l’azienda americana raggiunge la soglia di oltre 2,7 milioni di utenti e con la quotazione al Nasdaq punta decisa ad allargare il suo business, Non è un caso che pochi mesi fa viene annunciata la nascita della società Helbiz Media, le cui attività aggiungono valore al gruppo come supporto del suo core business, la micro mobilità condivisa. La nascita della nuova business unit si inserisce nel piano strategico di espansione: Helbiz Media ha acquisito per l’Italia i diritti OTT del Campionato di Serie B per le prossime 3: 20 Clubs, più di 390 partite tra regular season, playout e playoff, oltre 2,2 milioni di appassionati. Il servizio di offerta di contenuti si chiama Helbiz Live ed un servizio OTT, fruibile attraverso smartphone, tablet, pc, smart tv.

Non solo: sempre a giugno 2021 nasce una collaborazione con Pininfarina e la MT Distribution, azienda della Motor Valley italiana. Helbiz così diventa la prima società di micro mobilità sharing ad avviare lo sviluppo in Italia, per di più con una collaborazione di prestigio, che prevede lo sviluppo da parte di Pininfarina di una nuova gamma di mezzi della micro mobilità elettrica dal design coordinato e customizzabile; MT Distribution si occupa dell’ingegnerizzazione dei mezzi Helbiz. In una prima fase il focus sono i monopattini utilizzati per lo sharing, successivamente quelli destinati alla vendita consumer, segnando un ampliamento del business che integrerà lo sharing con la vendita diretta. Il futuro è tracciato.

Napoli, arrivano 900 monopattini elettrici per la mobilità cittadina