In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Rugby. C’è il Sudafrica al Marassi, Crowley fa solo due cambi

Gli Azzurri ospitano a Genova sabato 19 (ore 14 diretta Tv8 e Sky Sport) i campioni del mondo reduci da due sconfitte. Paolo Garbisi ancora fuori per infortunio. La vittoria vale il rientro nella Top 10 del ranking

di Fabrizio Zupo
2 minuti di lettura

Il capitano del Sudafrica Siya Kolisi in meta sabato scorso a Parigi contro la Francia

 

Trovare il Sudafrica dopo Samoa e Australia non aiuta a sognare, ma sabato 19  al Marassi di Genova (ore 14, diretta TV8 e Sky Sport Arena) andrà in scena la sfida fra l’affamata Italia pur giudicata ancora troppo giovane per trovare la forza di scalare i campioni del mondo e gli arrabbiatissimi iridati Springboks sconfitti di misura dall’Irlanda nuova numero 1 nel ranking e dalla Francia sabato scorso causa indisciplina (un rosso e un giallo, Du Toit sanzionato con 4 settimane di stop) e nonostante una partita di una fisicità e di una violenza rare da vedere.


«Non mi impressiona solo la loro fisicità» ha detto nei giorni scorsi Federico Ruzza «ma la consistenza. Battono come martelli pneumatici per 80 minuti».
Non sarà una partita molto “aperta”, da cavalcate al largo e sarà favorito il gioco aereo: incide in questo caso il terreno reso pesante dalle tante piogge nonostante domani sia previsto sole. Ma ci saranno alcune sfide da lustrarsi gli occhi, come quello delle “elettriche” ali Chesin Kolbe e Monty Ioane schierati uno di fronte all’altro. Senza menzionare Capuozzo estremo che, qualche ora dopo, andrà a Montecarlo per l’Oscar del rugby dove è candidato per il miglior esordiente dell’anno al mondo. Ci va con Padovani candidato per la miglior meta dell’anno: quella a Cardiff liberato dalla serpentina di Capuozzo.


Crowley e Nienaber

I due ct hanno scelto la continuità. Se Nienaber costretto dal rosso a Du Toit ha solo scalato di ruolo alcune pedine come Mostert, ha poi fissato una panchina di finalizzatori da paura con Eztebeth, Marx e Kitshoff fragli altri. Mentre Crowley ha confermato 13 su 15 titolari di Firenze, con lo scambio in panchina tra Ferrari e Ceccarelli e la staffetta Nicotera-Lucchesi come a Padova.


Paolo Garbisi

Ancora fuori Paolo Garbisi: il regista deve ancora assorbire l’ematoma al muscolo ileopsoas sopra l’anca. Regia Allan-Varney con la coppia alternativa Padovani-Alessandro Garbisi pronta a subentrare. «Mi dispiace per Paolo» ha detto Crowley «ma ho fiducia totale in Tommaso Allan, Paolo avrebbe avuto bisogno di un’altra settimana per recuperare completamente dallo stop dunque non è al momento in grado di tornare in campo. È comunque rimasto con il gruppo. Ed è importante il lavoro che lui fa stando in gruppo».


Finalizzatori

Formula 5 avanti + 3 trequarti in panchina , come nelle prime due partite, dove la notizia è il ritorno di Zuliani in terza. I giocatori della Benetton sono 14 (7 + 7), i veneti di nascita sono 6.
«Ho valutato le energie spese e si tratta soprattutto di gestire le forze: Ferrari e Lucchesi hanno giocato molto sin qui e dato tantissimo, quindi penso che possano essere più utili a gara in corso. Sono certo del fatto che Ceccarelli e Nicotera faranno una grande partita perché i valori sono simili».


Ipotesi ranking. Dopo molto tempo (giugno 2013) l’Italia ha la chance matematica di tornare nelle top dieci se batte gli Springboks anche di un solo punto e il Giappone perde a Parigi. Per toccare l’8° posto (raggiunto da Bortolami e soci nell’agosto 2007) lo scarto deve essere di 15. Lo stesso divario che permetterebbe invece al Sudafrica di scalare al 2° posto, ma contemporaneamente Irlanda dovrebbe perdere dello stesso margine e la Francia pure. Questo dice la teoria.


Italia: Capuozzo; Bruno, Brex, Morisi, Ioane; Allan, Varney; Cannone L., Lamaro (c), Negri; Ruzza, Cannone N.; Ceccarelli, Nicotera, Fischetti a disp. Lucchesi, Nemer, Ferrari, Sisi, Zuliani, Garbisi A., Padovani, Menoncello.
Sudafrica: Le Roux; Kolbe, de Allende, Esterhuizen, Arendse; Willemse, de Klerk; Wiese, Mostert, Kolisi (cap); Orie, Moerat; Malherbe, Mbonambi, Nche. A disp. Marx, Kitshoff, Koch, Etzebeth, Smith, Roos, Reinach, Libbok.

I commenti dei lettori