In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Un punto prezioso per il Venezia: Crnigoj replica a Ndoj

Gli arancioneroverdi si confermano squadra da trasferta: Javorcic resta in sella al Rigamonti. Un pareggio meritato

Alessandro Ragazzo
1 minuto di lettura

Il Venezia si conferma squadra da trasferta, andando a pareggiare 1-1 a Brescia. Decisiva la cavalcata finale di Crnigoj a pochi istanti dalla fine, che ha rimediato allo svantaggio subito nel primo tempo da Ndoj.

Si è visto un buon Venezia, che non meritava di perdere e che ha avuto pure la palla per vincere ma Lezzerini si è salvato all’ultimo istante. Debutto in maglia arancioneroverde di Ceppitelli, arrivato solo pochi giorni fa. L’ex difensore del Cagliari ci ha provato anche in area avversaria ma senza fortuna.

L’inizio del Venezia è incoraggiante e nei primi undici minuti riesce a creare due palle-gol abbastanza nette; la prima, dopo appena 5’, fucilata da lontano di Zampano, l’ex Lezzerini ci mette la manona e devia in angolo. Gli arancioneroverdi insistono, giocano anche bene. All’11’ c’è ancora Zampano a essere protagonista con un cross buono per Pohjanpalo ma il colpo di testa in tuffo esce di poco.

Le due squadre provano a superarsi, gli errori aumentano rispetto ai primi minuti, il Venezia si comporta bene in campo ma al primo verso affondo, i padroni di casa vanno in vantaggio; siamo al 31’ quando Aye vince un rimpallo contro Wisniewski, arriva sul fondo e appoggia per l’accorrente Ndoj ed è un gioco da ragazzi infilare la porta arancioneroverde.

Immeritato lo svantaggio, perché i ragazzi di Ivan Javorcic avevano giocato la loro partita senza alcun timore. Il finale di tempo è più di marca lombarda, anche se Joronen non è impegnato a fondo. L’inizio di ripresa vede un Venezia sfortunato perché il pareggio pareva cosa fatta; al 5’, Fiordilino pennella un buon cross per Pohjanpalo ma sua inzuccata finisce sulla traversa con Lezzerini battuto.

Il Brescia non sta a guardare e Jallow ci prova dai 25 metri, Joronen è attento. Ancora Pohjanpalo è protagonista al 19’; dopo un tiro al volo di Cheryshev, il finnico è sulla traiettoria della palla ma devia a lato da pochi passi. Se l’1-1 pare nell’aria, qualche minuto dopo Joronen è prodigioso nel deviare un gran sinistro di Moreo da distanza ravvicinata.

Javorcic tenta il tutto per tutto, gettando nella mischia anche Pierini e Ullmann. Ma a pochi minuti dalla fine arriva il meritato pareggio; Crnigoj si fa oltre mezzo campo da solo e infila Lezzerini in uscita: 1-1. Il Venezia capisce il momento di smarrimento dell’avversario e rischia di passare subito in vantaggio ma il portiere delle Rondinelle toglie dalla testa la palla a Novakovich, pronto appoggiare in fondo al sacco. Con un buon pareggio finisce la sfida del Rigamonti. 

I commenti dei lettori