In evidenza
Sezioni
Magazine
Annunci
Quotidiani GNN
Comuni

Questa Reyer non sbaglia un colpo: battuta a Lucca (83-79) anche la Germani

Ottimo impatto di Granger (17 punti), ma anche Watt, Park e Willis vanno in doppia cifra. Domani (ore 21) la finale contro la vincente di Bologna-Tortona

Michele Contessa
Aggiornato 2 minuti di lettura

Continua a vincere la Reyer, sesto successo di fila in gare ufficiali, domata anche la Germani Brescia (83-79) nella semifinale del trofeo "Carlo Lovari" al PalaTagliate e domani sera caccia al terzo trofeo della preaseason contro la vincente di Virtus Bologna-Tortona (ore 21). Ottima prestazione di Granger (17), altri tre quinti dello starting five in doppia cifra (Watt 15, Parks 13, Willis 12), nella Germani esordio positivo per Massinburg (19), bene spalleggiato da Caupain.

Partenza lanciata della Reyer, Brescia sempre costretta a inseguire, a parte qualche aggancio, l'ultimo sprint stato orogranata.

De Raffaele ha recuperato Bramos e Watt, assenti a Cavallino-Treporti, out Spissu, Tessitori e Moraschini, Magro può far debuttare Massinburg e inserisce Della Valle in quintetto base, fuori gioco Burns, Moss, Viglianesi e Petrucelli. Ottimo impatto sul match di Jayson Granger con Freeman, Parks, Willis e Watt a completare lo starting five orogranata.

Brescia ingrana più rapidamente (2-7), ma ci pensa l’ex play di Baskonia a portare avanti la Reyer che disputa un ottimo primo quarto con percentuali molto alte, semifinale in equilibrio a lungo, finale dove Venezia opera un allungo perentorio, innescato dalla tripla di De Nicolao e concluso dai canestri di Parks e Sima (26-17). Caupain ha aperto il secondo quarto dalla lunghissima distanza, l’ex Akele ha confezionato il -4 , immediata la replica di Freeman che ha ricacciato indietro la Leonessa (33-24).

La Germani è riuscita, comunque, a cambiare l’inerzia del confronto, botta e risposta tra Caupain e Bramos (41-34), primo del 5-0 biancoceleste interamente confezionato da Massenburg (41-39) con Della Valle che allo scadere fallisce la conclusione che poteva valere anche l’aggancio.

Il pareggio della Germani arriva con Caupain all’inizio della terza frazione, Magro deve gestire il terzo fallo di Gabriel e la Reyer allunga nuovamente (47-43), poi Granger si mette in proprio riportando gli orogranata a +10.

E’ partita vera, arriva il tecnico a De Raffaele, capitalizzato da Della Valle, squadre sempre vicine, dopo il 59-53 della Reyer, Brescia ricuce a -2 (63-61) alla terza sirena, Granger è già a 17 punti, Caupain a 15. L’ultimo quarto viene aperto da Bramos, Cobbins si fa fischiare un fallo antisportivo con Willis che infila i due tiri liberi.

La Reyer ha più “birra” degli avversari, anche se il 2+1 di Gabriel riaccorcia le distanze (68-64). Ennesima accelerata della Reyer, Willis infila il +10, poi ispira il taglio di Parks. Caupain continua a essere ispirato, ma i giochi offensivi della Reyer trovano Parks e Watt sotto canestro.

La tripla di Gabriel, a 1’30” dalla fine, rende più intrigante la volata finale (80-72), Brescia ci prova con Massinburg (81-74), poi con la tripla del -4 (81-77), ma stanno scorrendo i titoli di coda, liberi per Freeman che non tradisce (84-77) a 7” dalla fine. Brescia ha poi accorciato nuovamente, ma sarà la Reyer a giocarsi domani sera il trofeo.

I commenti dei lettori