Venezia, niente resurrezione: sconfitta 1-0 con la Fiorentina, la salvezza è un miraggio

LaPresse

Serie A, per la squadra di Zanetti a Firenze arriva il settimo ko di fila: segna Torreira nel primo tempo. Ma vince anche il Cagliari che vola a più 6: salvarsi ora è difficile

FIRENZE. Niente bella sorpresa per il Venezia, che ha Firenze rimedia la settima sconfitta consecutiva. Decisiva la rete di Torreira al 30’ del primo tempo. Ora la classifica si fa davvero difficile per i veneti, complice la vittoria interna del Cagliari contro il Sassuolo: i sardi sono a più 6, seppur con una gara in più. Sempre in coda, da segnalare la vittoria esterna della Salernitana a Marassi contro la Samp. E sabato prossimo al Penzo (ore 15) arriva l’Atalanta.

La Fiorentina prende subito possesso della metà campo e il canovaccio della partita è quello inquadrato alla vigilia: il Venezia deve agire in contropiede. Poco dopo il quarto d’ora, la gara decolla e sono i toscani a suonare i primi squilli. Il primo pericolo è un palo di Ikone al 17’ a Maenpaa battuto e, un attimo dopo, lo stesso portiere finlandese chiude lo specchio a Gonzalez.

Il Venezia prova a mettere la testa in avanti ed è il solito Henry a creare scompiglio nella difesa avversaria (minuto 21) ma il suo diagonale è respinto da Terraciano.Ma è solo un lampo, perché la Fiorentina ritorna ad attaccare e lo fa con Cabral, che lascia sul posto Caldara ma Maenpaa è ancora attento. A forza di premere, arriva il vantaggio dei gigliati; punizione dalla destra di Biraghi, Maenpaa è scavalcato E prima che la sfera finisca fuori, Igor la ricaccia dentro, dove Torreira fa 1-0 di tacco in mischia.

Sbloccato il risultato, i ragazzi di Italiano continuano ad attaccare e il Venezia non riesce a ripartire. Anzi, la palla non ce l’ha mai. Si va al riposo con i padroni di casa in vantaggio meritatamente. Un dato per inquadrare quanto successo sinora: possesso 83 a 17 per la Fiorentina. Nella ripresa, Zanetti prova a dare la scossa, inserendo Kiyine e Aramu per Johnsen e Tessmann.

La partita non cambia di molto, anche se la Fiorentina pensa più a gestire che non ad affondare. E provano ad approfittarne gli arancioneroverdi in contropiede proprio con Kiyine, che rischia di spaventare la retroguardia viola ma Milenkovic chiude. I tentativi nel finale non portano al pareggio.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Treviso, il sindaco Conte premia il ragazzo che ha salvato la bimba caduta dal secondo piano

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi