Sesto successo nelle ultime sette partite: la Reyer ora è quarta

Andrea De Nicolao

Battuta la Fortitudo (77-72), Theodore, Watt e De Nicolao in doppia cifra. Decidono due triple di Cerella nell’ultimo quarto  

MESTRE. Venezia raccoglie la terza vittoria in fila in campionato, sesta nelle ultime sette, superando la Fortitudo Bologna al termine di una gara giocata con grande energia da parte di entrambe le squadre e che viene decisa di fatto alla metà del secondo quarto quando Theodore e De Nicolao producono da soli un break di 15-0 che piega la resistenza degli uomini di coach Antimo Martino.

PLAYOFF In classifica l’Umana sale a quota 26 punti frutto di 13 vinte e 12 perse, mentre la Kigili rimane ferma a 16. 77-72 il finale. Primo quarto Quintetti iniziali: la squadra di De Raffaele parte con Theodore, Stone, Bramos, Brooks e Watt, mentre quella di coach Martino replica con Duhram, Feldeine, Aradori, Benzing e Groselle. Infermeria piena per la Reyer: Austin Daye out per problemi alla schiena, Stefano Tonut è a referto, ma ha un fastidio al ginocchio, mentre Michele Vitali è fuori per un infortunio alla caviglia. La Reyer parte forte con un 11-4 dopo 4 minuti propiziato dai canestri di Watt, Bramos e Brooks. La Effe prova a reagire con Durham, Benzing, Gorselle e Procida ricucendo il divario, 15-13 al minuto 8.

LEADERSHIP L’Umana allora si affida alla leadership di Theodore, ma Procida piazza la tripla del -1 ospite, bissata poi dalla da quella di Frazier con il tempo che si chiude sul 17-19. Secondo quarto L’inerzia continua ad essere dalla parte della Kigili che inizia con due punti di Benzing, ma soprattutto con Frazier che allunga sul +6, 19-25 al 13’. All’improvviso la partita cambia: l’Umana trova linfa vitale dal solito Theodore e con un caparbio De Nicolao pesca i liberi del 24-25 al 15. Ancora Theodore insieme a De Nicolao spiegano pallacanestro, 25-28 con un parziale aperto di 9-0. Il break orogranata continua con tre punti di Mazzola e tre di un Theodore al limite della perfezione, Durham chiude il parziale pesante di 15-0 di Venezia con un bel canestro. I padroni di casa scappano via, sul 41-30, spinti anche dalle giocate di Watt. Il primo tempo si chiude con il punteggio di 43-34. Terzo quarto Sblocca il punteggio Frazier con la Effe che trova anche due liberi da Dhuram, ma Bramos è una sentenza da oltre l’arco e poi Brooks sigla il nuovo massimo vantaggio, 49-38 al 23’. La Reyer allunga ancora con la tripla di un ottimo De Nicolao e l’affondata di Brooks: oro-granata che arrivano al +16, 58-42 al 27’. Dalla parte opposta arriva un veloce 7-0: l’ex di turno Charalampopoulos mette la tripla del -13, arrivano anche i primi due punti di Feldeine e altri due del greco della Fortitudo, De Raffaele chiede prontamente il timeout, ma la Fortitudo ci crede e grazie ad una zona ben fatta insieme al canestro di Fantinelli rimette i suoi sul -7 chiudendo così il terzo periodo sul 60-53.

CERELLA BOOM. Quarto periodo Venezia avanti di undici lunghezze grazie a Theodore e Watt, 68-57 al 34’. Cerella dà la spallata decisiva con due triple in fila che valgono il +11 oro-granata; per la Kigili l’ultimo a mollare è Charalampopoulos. Tanto per cambiare Theodore sigla i punti che mandano i titoli di coda della contesa, nonostante Aradori piazzi il canestro del -4. 77-72 il finale.

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Giorgia Soleri: "Vi racconto storie di malattie invisibili come la mia". La rubrica su Salute

Bruschette integrali con fagioli e zucchine marinate

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi