Umana, lezione di spagnolo Salamanca vince di 41 gara in discussione per 10’

SALAMANCA

Si sapeva che per la Reyer femminile sarebbe stata dura in quel di Salamanca. E il pronostico della vigilia è stato rispettato in pieno. Troppo forti le spagnole, come dimostrano i successi nel loro campionato e in Europa, e portano a casa una gara combattuta solo il primo periodo. Qui la Reyer ha tenuto testa con le unghie e i denti, illudendo che potesse riuscire il miracolo. Invece, alla lunga sono emerse esperienza, fisico e tecnica, che hanno fatto pendere la bilancia a favore delle iberiche per 110-69.


Le orogranata hanno fatto quel che hanno potuto, riuscendo a reggere per i primi dieci minuti, mentre nel secondo quarto le ragazze di Iniguez hanno preso il largo e per l’Umana non c’è stato scampo. Trascinate da una Copper in stato di grazia, 29 punti di cui 20 nei primi due quarti, le ragazze di Mazzon hanno risposto con una buona Ndour (14 punti) ma non è bastato. Eppure nelle fasi iniziali della gara si era sperato che ci potesse essere una gara più equilibrata; le spagnole non riuscivano a scappar via, mentre Venezia rimaneva incollata, giocando punto su punto. Salamanca segna il suo massimo vantaggio a quota più cinque ma grazie a Ndour, alla prima sirena è sotto di appena un punto. L’inizio di secondo periodo fa pure ben sperare per la Reyer, rimasta sempre appiccicata alle spagnole ma quando iniziano a ingranare le marce una dopo l’altra, per Venezia diventa dura.

Per due minuti e mezzo, l’attacco manca il canestro, mentre dall’altra parte Copper e compagnia scavano il solco decisivo. Il terzo periodo è la fotocopia di quello precedente, con la fatica delle reyerine a essere efficaci in area avversaria e inceppandosi a 52 sul tabellone negli ultimi tre minuti. Ormai la gara è andata, il restante quarto periodo diventa quasi accademia per le padroni di casa; le orogranata, invece, ci mettono impegno, tentato in tutti i modi di risalire la china e contenere il passivo. Così si arriva al -41 finale, che rispecchia quanto si è visto nell’ultima mezz’ora. Una gara da dimenticare in fretta ma da cui si può imparare. —

Alessandro Ragazzo

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Renzi imita Bossi alla Scuola della Lega a Milano: "Mi disse, hai fatto cose per il mio Nord"

Farinata con asparagi e cipollotti

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi