Umana, con Montpellier è l’ultima chiamata per qualificarsi

MESTRE

Si rituffa in Eurolega, l’Umana, per cercare di cancellare la delusione di Campobasso e rimanere in corsa per un posto al sole in Europa. Si ripresenta al Taliercio, dopo quasi 3 anni (23 gennaio 2019), il Lattes Montpellier, allora era il match d’andata del secondo turno a eliminazione diretta dell’Eurocup e l’Umana disputò una delle migliori prestazioni europee di sempre (83-64), impresa poi vanificata in Francia (60-83) con il quintetto francese che avrebbe perso la finale contro Nadezhda. Montpellier è la terza forza del girone A con Praga (3 vittorie, 2 sconfitte), ha sorpreso all’esordio le ceche (75-74), arrendendosi finora solo alle due corazzate Ekaterinburg (73-92) e Salamanca (67-88). L’Umana ha invece una striscia aperta di 4 sconfitte, dopo il vittorioso debutto contro Szekszard. Esordio in Eurolega per coach Andrea Mazzon, che non potrà ancora contare su Francesca Pan, mentre rispetto alla gara di Campobasso può aggiungere nel roster anche la lituana Gintare Petronyte.


Per provare a respingere l’assalto delle transalpine, Mazzon dovrà avere punti e sostanza da tutte le giocatrici, non come a Campobasso dove la panchina non ha portato nessun punto. «È la prima partita di Eurolega dopo la sosta», ha esordito capitan Martina Bestagno, «Montpellier è una squadra molto competitiva, che gioca molto sugli errori delle avversarie in contropiede. Noi dovremo essere attente a limitare i nostri errori, sarà fondamentale per trovare fiducia e fluidità nel nostro gioco. Abbiamo avuto tempo per lavorare un po’di più insieme, stiamo assimilando meglio il nuovo sistema di gioco di Mazzon. Sarà importante tenere altissima la concentrazione per tutta la partita».

Il riconfermato belga Thibaut Petit, quarta stagione a Montpellier, ha cambiato volto alla squadra con cui ha vinto l’ultima Coppa di Francia, sta zoppicando in campionato (3 vittorie, 4 sconfitte), ma è reduce dall’ampio successo (76-57, Wallace 22) contro Charnay. Molti i volti nuovi a cominciare dal play Epoupa (ex Charnay), l’inglese Wallace (ex Sosnowlec), la statunitense Peters (ex Villeneuve) e la canadese Plouffe (ex Bendigo) Oggi si giocano anche MBA Mosca-Ekaterinburg, TTT Riga-Usk Praga e Salamanca-Szekszard.

COSÌSUL PARQUET. Palasport Taliercio, ore 19.30.

UMANA VENEZIA: 5 Carangelo, 12 Anderson, 7 Thornton, 4 Bestagno, 44 Ndour; 13 Petronyte, 14 Madera, 28 Smorto, 30 Attura, 41 Penna. Allenatore: Andrea Mazzon.

LATTES MONTEPELLIER: 0 Epoupa, 3 Wallace, 13 Naigre, 7 Peters, 21 Plouffe; 4 Diemé-Marizy, 9 Kiavi, 11 Filip, 15 Rivière, 23 Zemoura, 28 Touré, 32 Warley-Talbert. Allenatore: Thibaut Petit.

ARBITRI: Jelena Tomic (Croazia), Maria Ignatiou (Cipro), Veronika Vevrova (Repubblica Ceca). —

Michele Contessa

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Il "no vax del pulmino" racconta: "Mi sono informato: il virus voluto dai poteri forti"

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi