Mestre vola, Feliziani chiede il Taliercio: «Almeno per due gare- playoff»

MESTRE

La Gemini raccoglie l’ottavo successo consecutivo. I ragazzi di Ferraboschi, con autorità, superano anche Crema. Una vittoria che acquista maggior valore considerando che i biancorossi hanno giocato quasi due quarti senza Bortolin, fermato da un fastidio al ginocchio. Si vive un grande entusiasmo nel team del presidente Guglielmo Feliziani per questo avvio di stagione straordinario e inatteso. Lo stesso presidente racconta il momento della Gemini.


«Non mi aspettavo un avvio così esageratamente positivo con otto vittorie su altrettante partite; pensavo a un buon avvio, perché la squadra è stata costruita bene con dei giocatori forti, ma non in questi termini di eccellenza».

Una piazza – quella di Mestre – che ha ritrovato l’entusiasmo per la pallacanestro e, a maggior ragione, in questo momento dove i risultati sono ottimi; il presidente biancorosso sottolinea la sua soddisfazione: «Sono soddisfatto perché il progetto è nato per ridare entusiasmo ai tifosi. Io sono entrato come presidente tanti anni fa proprio perché ero tifoso del Basket Mestre fin da piccolo: il mio è un legame di cuore. L’idea, mia e del club, era di costruire un progetto che riaccendesse la passione di tanti anni fa e che riportasse magari a quel clima degli anni 80 ai tempi del derby con la Reyer: momenti bellissimi, un campanilismo sano e la voglia di divertirsi con una passione che pervadeva tutta la città».

Il presidente vola basso: «L’obiettivo non è quello di arrivare in Serie A2, ma quello di fare dei playoff di alto livello considerando che abbiamo cambiato tanto con l’inserimento di otto nuovi giocatori. Ci stiamo divertendo molto e ci piacerebbe, come obiettivo, partecipare alle finali di Coppa Italia di Rimini. Andare in A2 è solo un sogno e non è una cosa pianificata, ma un progetto che riguarda i prossimi anni. Una volta raggiunti i playoff, visto il seguito dei tifosi, ci piacerebbe poter giocare un paio di volte al Taliercio e spero che per una situazione del genere il Comune possa trovare una soluzione».

Una delle chiavi vincenti di queste prime partite è il gruppo: «Quello che sta dando dei risultati superiori alle aspettative è la coesione del gruppo anche fuori dal campo e nei momenti di difficoltà la squadra si compatta ulteriormente». —

Giuseppe Malaguti



2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Il "no vax del pulmino" racconta: "Mi sono informato: il virus voluto dai poteri forti"

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi