Non basta il gol di Strechie Spinea si fa rimontare e battere

Vittoria meritata per l’Adriese, nonostante il vantaggio iniziale dei gialloblù Grande occasione per il pareggio a tempo scaduto, ma Spader manca la porta

ADRIA

Spinea segna, spera, ma poi si fa rimontare e perde.


Vittoria sofferta, ma meritata - così - per l’Adriese: nella sfida valida per la sesta giornata d’andata, i granata vanno sotto per mano dello Spinea, ma poi rimontano, conquistando l’intera posta in palio al triplice fischio.

Il primo acuto del match è di marca locale con Farinazzo che entra in area, serve al centro Gioè il quale riesce a deviare sotto porta, ma trova l’intervento decisivo di Dal Compare. Al 10’, però, arriva la doccia fredda per l’Adriese e l’acuto dello Spinea: tutto nasce da una sventagliata di Brugnolo che apre a sinistra per accorrente Ferrazzo che va sul fondo, rientra, scarica al centro per sinistro prima intenzione di Strechie che, complice una deviazione di un giocatore granata, spiazza Brzan. L’Adriese non si scoraggia e aumenta i giri del proprio gioco. Al 19’ bella azione personale di Zupperdoni, sulla destra, verticalizzazione per Gioé che prova il diagonale da dentro area sfiorando il palo alla destra di Urban. Altra occasione, poco dopo, per Zupperdoni che calcia potente ma non inquadra lo specchio della porta. Il cronometro avanza e al 39’ Boccalari punta sulla sinistra Compagno, cross rasoterra al centro perfetto per il piattone vincente di Cicarevic che rimette tutto in equilibrio. Passano cinque giri d’orologio e l’Adriese completa la rimonta, piegando le speranze dello Spinea: grande azione dei granata con Farinazzo per Cicarevic, imbucata per Gioé che con un preciso sinistro infila Urban per il 2-1. Nella ripresa il canovaccio non cambia, pallino in mano all’Adriese che cerca di sferrare il colpo del ko. All’8’ cross da destra Zupperdoni per la girata di testa, all’altezza del dischetto, di Gioé neutralizzata dal tuffo plastico di Urban. All’11’ girata di Gioé, gran parata di Urban che alza la sfera sopra la traversa. Poco dopo ci prova lo Spinea con Barbon che difende lapalla su Montin e scarica per Fantinato, il tiro potente viene respinto in bagher da Brzan. Al 20’ Casella recupera palla a centrocampo lancio lungo linea per Farinazzo, passaggio per Gioé che calcia forte ma trova ancora Urban rispondere presente.

La partita sembra ormai decisa, ma al 48’ c’è l’occasionissima per il pareggio dello Spinea: ripartenza pericolosa dei veneziani, Fantinato si invola sulla fascia sinistra e crossa in mezzo per il colpo di testa in tuffo di Spader che non inquadra lo specchio da ottima posizione. —



Video del giorno

Come si prepara la bagna cauda? Ecco il tutorial dal Bagna Cauda Day

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi