Finalmente Venice Marathon domenica la sfida dei 14 ponti

Da Stra a Riva Sette Martiri: torna dopo un anno di stop la 42 km meraviglia I top runner al via da Villa Pisani: Salami, Yaremchuk, Chumba e Bererwe

MESTRE

Si riparte. Dopo un anno di stop dovuto ai problemi legati al Covid-19, la Venicemarathon torna ad essere grande protagonista della corsa su strada dove da anni occupa un posto di primissimo piano a livello mondiale. E di anni ne compie ben trentacinque essendo andata in scena per la prima volta nell'ormai lontano 1986. Una trentacinquesima edizione che per la prima volta sarà anche targata Confindustria Venezia.


Ieri pomeriggio nell'auditorium dell'M9 di Mestre è stata presentata ufficialmente dagli organizzatori del Venicemarathon Club con il presidente Piero Rosa Salva a fare gli onori di casa. Domenica prossima 24 ottobre con partenza come sempre dal piazzale antistante villa Pisani di Stra prenderà il via la gara agonistica alle ore 9.00 e sarà preceduta alle 8.30 dalla partenza della 10 chilometri che invece prenderà il via dal parco San Giuliano porta blu per arrivare ugualmente a Venezia in Riva Sette Martiri. Complessivamente parlando di numeri saranno circa tremilacinquecento i partecipanti a questa trentacinquesima edizione della Venicemarathon e oltre seimila in gara sulla dieci chilometri. Quindi una cifra totale molto vicina alle diecimila unità. Un numero considerevole se si tiene conto delle grosse difficoltà che s'incontrano ancora nel viaggiare e negli spostamenti tra un Paese e l'altro.

Nonostante ciò ci saranno tanti iscritti provenienti dalla Gran Bretagna, Francia, Germania, Spagna, Polonia e anche dagli Stati Uniti e Giappone. Oltre sessanta comunque le nazioni rappresentate, un dato molto confortante.

Sotto l'aspetto tecnico non ci saranno in gara atleti di altissimo livello tenendo presente che nell'ultimo anno gli allenamenti sono stati praticamente a scartamento ridotto e i migliori hanno giustamente puntato sulle recenti olimpiadi. Comunque in gara ci saranno alcuni atleti in grado di correre sotto le 2h10'.

Da segnalare la presenza di Marco Najibe Salami e Sofia Yaremchuk, entrambi portacolori del gruppo sportivo dell'esercito italiano e allo stesso tempo tutti e due all'esordio sulla maratona. la loro prima 42,195 chilometri dopo diverse stagioni nel mezzofondo veloce in particolare per il mantovano di origini marocchine. Sulla mezza maratona vanta un personale di 1h03'53" e il suo tecnico Piero Incalza dice che potrà disputare un'ottima gara. La Yaremchuk, romana d'adozione ma di origini ucraine ha di recente vinto il titolo italiano sui 10 chilometri su strada a Forlì. A contrastare il passo ai due azzurri ci sarà il solito gruppetto di maratoneti africani. In primis facciamo il nome di Gilbert Kipleting Chumba che già nell'edizione del 2018 fu buon protagonista arrivando secondo sul traguardo di Riva Sette Martiri. Tra l'altro, dato curioso, disse che con i soldi guadagnati a Venezia avrebbe comprato due vacche per la sua fattoria.

Con lui in gara anche il connazionale Justus Kangogo e poi l'altro keniano Yegon Geofrey per la prima volta in gara a Venezia. Inoltre il marocchino Redouan Nouini e sempre per il Kenia anche Erick Leon Ndiema.

Tra le donne la keniana Anne Cheptanui Bererwe con un personale di 2h27'18" e la ruandese Clementine Mukandanga. Ultima ma non ultima Marion Kibor. Il percorso detto della partenza da villa Pisani di Stra si snoderà come sempre su tutta la Riviera del Brenta, toccando di seguito Fiesso d'Artico, Dolo e Mira. Poi Malcontenta, Marghera e Mestre, con il passaggio molto suggestivo all'interno dell'M9. Poi due chilometri circa all'interno del parco San Giuliano e da lì sul ponte della Libertà, l'area portuale di Santa Marta, le Zattere, la Punta della Dogana, il ponte galleggiante, il giro d'onore nel "salotto" di piazza San Marco e per finire il "volo" verso Riva Sette Martiri dopo avere collezionato sulle gambe i granitici terribili quattordici ponti.

I "giochi sono fatti" e speriamo dopo tanta attesta che anche le condizioni climatiche facciamo il tifo per i maratoneti e non dimentichiamolo per gli organizzatori che ci hanno messo il cuore. —



2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

3 mesi a 1€, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Come si prepara la bagna cauda? Ecco il tutorial dal Bagna Cauda Day

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi