Contenuto riservato agli abbonati

Aramu fa sognare il Venezia: vittoria di cuore contro la Fiorentina

Penzo tutto esaurito per l’1-0 sui Viola: decide il fantasista su assist di Henry nel primo tempo. Espulso Sottil

VENEZIA. Una vittoria nel gioco, nel risultato e nel pubblico. Il Venezia stende la Fiorentina 1-0 e lancia un gran bel segnale al campionato. Tre punti pesantissimi, quelli ottenuti nel posticipo, con la squadra uscita tra gli applausi. Il Penzo è stato il vero 12° uomo. Il sold out è arrivato anche con gli 8.043 spettatori presenti, perché le tribune laterali scoperte non erano state 'vendute', ma dal prepartita si è sentito che l'atmosfera era cambiata, che la passione in città si è accesa, tra note musicali, luci e un incitamento continuo che ha fatto solo bene agli arancioneroverdi.

Il Penzo gremito di tifosi

CHIAVI Il Venezia si regala finalmente Haps dal 1', e il Penzo scopre una autentica locomotiva sulla fascia sinistra, guarda caso su un campo che prima di diventare stadio ospitava una fabbrica che le costruiva per davvero. L'esterno del Suriname fa vedere le streghe a Callejon, costretto ad arretrare, e pure Bonaventura, che con lui cerca la sovrapposizione, non ha libertà di movimento come Italiano vorrebbe. Svoboda in prima battuta interviene su Vlahovic, e dietro è sempre pronto Ceccaroni. Poi c'è Vacca, cerniera tra difesa e attacco, quinto in copertura se serve, in un centrocampo dove Busio viaggia in verticale che è una meraviglia. In porta esordisce Romero.

Passaggio di Henry e tap in di Aramu: è il 36' e il Penzo esplode

VANTAGGIO Per 35' la partita si gioca in cinquanta metri e sempre rasoterra. Le squadre non trovano sbocchi nell'area avversaria, si contrastano ed è il trionfo del tatticismo a discapito dello spettacolo. Italiano ha sempre un diavolo per capello e richiama spesso Odriozola che non trova soluzioni su Johnsen. Il solo spavento per la difesa del Venezia arriva da un cross di Sottil che nessun compagno raccoglie, mentre sul fronte opposto Ebuhei e Aramu non hanno fortuna. Il gol però è nell'aria, e lo confezionano in velocità Busio ed Henry, con il francese che serve proprio Aramu che deve solo spingere la palla in porta. Tutto molto bello, il Penzo esplode come fosse una liberazione. L'1-0 regge fino all'intervallo.

SFORTUNA L'avvio di ripresa porta ai saluti per Johnsen. Al primo affondo l'attaccante norvegese ci rimette una caviglia ed esce per Okereke. Italiano, che ha capito che le cose non vanno, dopo Benassi aggiunge anche Gonzalez e Torreira. Una Viola a maggior trazione anteriore per rimettere in piedi la partita, e nel frattempo salgono tensione e agonismo, e fioccano le ammonizioni.

Romero decisivo in almeno tre occasioni

BATTAGLIA La partita fila via giocata a viso aperto dalle due squadre, piacevole e con maggior possesso palla della Fiorentina. Ma il Venezia non sta a guardare, cerca il contropiede pur nell'evidente divario tecnico. Incontro alla squadra di Zanetti ci va però Sottil, con due gialli in 8', e gli ospiti al 33' sono in dieci. In campo si rivede pure l'ex Maleh, con Zanetti che si copre con Caldara ed Heymans. Nel finale si esalta anche un perfetto Romero su Gonzalez, con Okereke che si mangia il raddoppio fallendo un contropiede incredibile, quando Terraciano resta indietro per tentare la fortuna su calcio d'angolo. Poco dopo, il triplice fischio seguito dal boato del Penzo. 

Venezia-Fiorentina 1-0 (1-0).

Venezia F.C. (4-3-3): 88 Romero; 22 Ebuhei, 30 Svoboda, 32 Ceccaroni, 55 Haps; 44 Ampadu, 27 Busio, 5 Vacca (20 st, 33 Crnigoj); 10 Aramu (al 42' st, 31 Caldara), 17 Johnsen (5 st, 77 Okereke), 14 Henry (al 42' st, 18 Heymans); (1 Maenpaa, 3 Molinaro, 7 Mazzocchi, 8 Tessmann, 9 Forte, 11 Sigurdsson, 23 Kiyine, 42 Peretz). All.: P. Zanetti.

Fiorentina: (4-3-3): 90 Terracciano; 29 Odriozola (1 st, 24 Benassi), 4 Milenkovic, 98 Julio Igor, 3 Biraghi; 5 Bonaventura (30 st, 14 Maleh), 34 Amrabat (12 st, 18 Torreira), 33 Sottil; 7 Callejon (12 st, 22 Gonzalez), 9 Vlahovic, 32 Duncan (37' st, 15 Pulgar); (25 Rosati, 2 Martinez Quarta, 8 Saponara, 17 Terzic, 23 Venuti, 55 Nastasic, 67 Munteanu). All.: Italiano.

Arbitro: Massimi di Termoli.

Reti: nel pt 36' Aramu.

Angoli: 2-5.

Recupero: 0' e 5'.

Espulsi: al 32' st espulso Sottil per somma di ammonizioni.

Ammoniti: Amrabat, Odriozola, Benassi intervento falloso; Zanetti (all. Venezia) per proteste, Ceccaroni, Ampadu intervento falloso.

Spettatori: 8.043.

Video del giorno

Covid, identikit di Omicron: la variante sudafricana con 32 mutazioni

Panino con hummus di lenticchie rosse, uovo e insalata

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi