Coppa Italia, il Venezia batte il Frosinone ai rigori e va ai sedicesimi

Reti inviolate fino ai supplementari poi i ciociari passano con Gori e risponde Di Mariano dal dischetto

FERRARA. Che faticaccia per il Venezia in Coppa Italia: a una settimana dall’esordio in Serie A al Maradona contro il Napoli gli arancioneroverdi - con la nuova maglia “tuttanera” - faticano tantissimo ad aver la meglio del Frosinone, squadra cadetta.

Al Mazza di Ferrara (lì si giocheranno le prime partite in casa della A in attesa del Penzo) finisce 0-0 nei regolamentari, poi nel primo tempo supplementare Gori porta avanti i ciociari, pareggia su rigore il subentrato Di Mariano. Si va ai tiri dal dischetto: la sfida finisce a oltranza ed è 9-8 per il Venezia, che passa il turno.
Zanetti era privo di Maenpaa (mal di schiena) e in attesa del miglior Lezzerini tra i pali è toccato a Bertinato. C’è Caldara a guidare la difesa, con i due esterni stranieri (Ebuhei e Schnegg).

Peretz in regia, Heymans non punge, da rivedere anche Forte e Johnsen (si è però procurato il rigore del pareggio con un bel sombrero), mentre Aramu a Napoli non ci sarà (deve scontare due turni di squalifica).

Alla fine il tiro dal dischetto decisivo è di Ebuhei, fatale al Frosinone l’errore di Gatti

2

Articoli rimanenti

Accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

1€/mese per 3 mesi, poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Sblocca l’accesso illimitato a tutti i contenuti del sito

Video del giorno

Juve-Roma, il labiale di Orsato: ''Sui rigori non si dà vantaggio, se poi li sbagliano non è colpa mia''

Gallinella su purea di zucca, patate croccanti e cavolo riccio

Casa di Vita
La guida allo shopping del Gruppo Gedi